Help Print this page 
Title and reference
Riduzione delle emissioni di CO2 delle nuove autovetture

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Riduzione delle emissioni di CO2 delle nuove autovetture

Considerando il fatto che il trasporto su strada è uno dei più ampi settori fonte di emissioni di gas a effetto serra nell’Unione europea (UE), il presente regolamento mira a ridurre tali emissioni fissando dei limiti per le nuove autovetture.

ATTO

Regolamento (CE) n. 443/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, che definisce i livelli di prestazione in materia di emissioni delle autovetture nuove nell’ambito dell’approccio comunitario integrato finalizzato a ridurre le emissioni di CO2 dei veicoli leggeri.

SINTESI

Considerando il fatto che il trasporto su strada è uno dei più ampi settori fonte di emissioni di gas a effetto serra nell’Unione europea (UE), il presente regolamento mira a ridurre tali emissioni fissando dei limiti per le nuove autovetture.

CHE COSA FA IL PRESENTE REGOLAMENTO?

Stabilisce dei livelli di emissione di anidride carbonica (CO2) per le nuove autovetture. Il limite attuale è fissato all’emissione di 130 grammi di CO2 per chilometro. Il limite verrà ridotto a 95 grammi di CO2 per chilometro entro l’anno 2021.

PUNTI CHIAVE

Il limite di 130 g/km è stato introdotto fra il 2012 e il 2015. Ogni anno di tale periodo la percentuale di autovetture prodotte che deve rispettare il limite aumenta. A partire dal 2015, il 100 % delle autovetture deve rispettarlo (rispetto al 75 % del 2013 e all’80 % del 2014).

Se la media di emissioni di CO2 di un certo numero di autovetture di un determinato produttore supera il limite di emissione, verrà emessa una sanzione severa. Per ogni autovettura, il produttore deve pagare 5 euro per il primo g/km oltre il limite, 15 euro per il secondo, 25 euro per il terzo e 95 euro per ogni g/km dal quarto in poi. Dal 2019 ogni g/km oltre il limite sarà multato di 95 euro.

I piccoli produttori che immatricolano nell’UE meno di 1 000 autovetture all’anno sono esenti dal presente regolamento, mentre coloro che immatricolano fra 1 000 e 10 000 autovetture all’anno possono proporre obiettivi di riduzione delle emissioni personalizzati. Al contempo, i produttori che si attestano fra le 10 000 e le 300 000 autovetture all’anno possono richiedere un obiettivo di riduzione fisso.

Un sistema di crediti e supercrediti di emissione riconosce le innovazioni ecologiche attuate dai produttori di autovetture.

CONTESTO

Le autovetture sono attualmente responsabili del 12 % di tutte le emissioni di CO2 nell’UE.

Le origini del presente regolamento si trovano in una strategia adottata dall’UE nel 1995 volta a ridurre le emissioni di CO2 attraverso tre pilastri: un impegno volontario da parte dei produttori di autovetture a ridurre le emissioni; la promozione di autovetture efficienti attraverso misure fiscali; l’informazione dei consumatori attraverso etichette con l’indicazione delle emissioni di CO2 di una determinata autovettura, come riportato nel dettaglio nella direttiva 1999/94/CE.

TERMINI CHIAVE

I supercrediti sono incentivi riconosciuti ai produttori per l’immatricolazione di autovetture a basse emissioni. In questo modo, le autovetture che producono 50 g/km di CO2 o meno vengono contate come 1,5 autovetture fino al 2016. Ciò, d’altra parte, dà ai produttori più flessibilità in termini di produzione di un numero minore di autovetture efficienti.

Per ulteriori informazioni, si vedano le pagine web della Commissione europea sulla riduzione delle emissioni di CO2delle autovetture.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 443/2009

8.6.2009

-

GU L 140 del 5.6.2009, pag. 1-15

Atti modificatori

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (UE) n. 397/2013

8.5.2013

-

GU L 120 dell’1.5.2013, pag. 4-8

Regolamento (UE) n. 333/2014

8.4.2014

-

GU L 103 del 5.4.2014, pag. 15-21

ATTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 1014/2010 della Commissione, del 10 novembre 2010, relativo al monitoraggio e alla comunicazione dei dati relativi all’immatricolazione delle autovetture nuove ai sensi del regolamento (CE) n. 443/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 293 dell’11.11.2010, pag. 15-20).

Regolamento di esecuzione (UE) n. 396/2013 della Commissione, del 30 aprile 2013, che modifica il regolamento (UE) n. 1014/2010 per quanto riguarda alcuni requisiti per il monitoraggio delle emissioni di CO2 prodotte dalle autovetture nuove (GU L 120 dell’1.5.2013, pag. 1-3).

Ultima modifica: 02.04.2015

Top