Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Guidare la ripresa in Europa

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Guidare la ripresa in Europa

SINTESI DI:

Comunicazione della Commissione europea [COM(2009) 114 def.]: Guidare la ripresa in Europa

CHE COSA FA LA PRESENTE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA?

Illustra una serie di misure da adottare per spingere la ripresa nell'Unione europea (UE) in seguito alla crisi finanziaria iniziata nell’estate del 2007 e inaspritasi alla fine del 2008.

PUNTI CHIAVE

La comunicazione contiene un ambizioso programma volto a:

  • 1.

    Ripristinare e mantenere un sistema finanziario stabile

La relazione del gruppo de Larosière (pdf) identifica nella vigilanza la chiave di volta di un sistema finanziario stabile.

La Commissione europea intende creare un quadro prudenziale per individuare nelle fasi iniziali i potenziali rischi legati ai mercati finanziari, attraverso:

  • 2.

    La sicurezza doveva anche far parte integrante della futura regolamentazione europea. A tale scopo, la Commissione ha previsto:

    • uno strumento legislativo che definisca standard di regolamentazione e vigilanza per hedge fund e private equity;
    • un libro bianco sugli strumenti di pronto intervento per prevenire le crisi;
    • una relazione sull’uso dei derivati e di altri prodotti strutturati complessi per migliorare la trasparenza e garantire la stabilità finanziaria;
    • proposte legislative per migliorare quantitativamente e qualitativamente il capitale prudenziale, nonché gestire il rischio di liquidità e il leverage eccessivo.

Nell’ottica di rassicurare gli investitori, i consumatori e le PMI europee circa i loro risparmi, il loro accesso al credito e i loro diritti relativamente ai prodotti finanziari, la Commissione adotta misure volte a:

Occorre inoltre considerare la remunerazione degli impiegati e degli amministratori del settore dei servizi finanziari attraverso proposte legislative volte ad includere i sistemi di remunerazione nel campo d’applicazione della vigilanza prudenziale.

Infine, doveva essere istituito un sistema di sanzioni armonizzato per prevenire gli abusi di mercato.

  • 3.

    Sostenere l’economia reale

Il mercato unico dell'Unione europea deve continuare ad essere il motore all'origine della prosperità economica e sociale dell'UE. A tale scopo, i paesi dell'UE devono rafforzare il loro sostegno all’economia reale applicando i seguenti principi:

  • eliminare gli ostacoli alla libera circolazione delle merci e dei servizi;
  • attuare modifiche strutturali, adeguate alle sfide climatiche ed energetiche, attraverso la promozione di un’economia a basse emissioni di carbonio;
  • promuovere gli scambi di buone pratiche, le sinergie e la cooperazione a livello comunitario;
  • mantenere l’apertura del mercato unico dell'UE per i partner commerciali.
  • 4.

    Sostenere i cittadini

La crisi ha avuto anche conseguenze negative sul mercato del lavoro, accentuando i problemi di disoccupazione e di esclusione sociale. Per contrastare questi fenomeni, la Commissione ha invitato i paesi dell'UE ad adottare le seguenti misure:

  • mantenere i posti di lavoro esistenti;
  • incentivare l’attivazione e fornire sostegno al reddito;
  • investire nella riqualificazione e nel miglioramento delle competenze;
  • prevenire l’indebitamento eccessivo e mantenere l’accesso ai servizi finanziari;
  • garantire la libera circolazione dei lavoratori;
  • attuare misure di sostegno per i lavoratori poco qualificati;
  • lottare contro l’abbandono precoce degli studi;
  • promuovere la flessicurezza in materia di tutela dell’occupazione.

CONTESTO

Une parte della presente comunicazione era destinata alla preparazione del vertice di Londra del G-20 (aprile 2009). Le seguenti proposte sono state avanzate nell’ottica di alleviare il deterioramento dell’economia globale causato dalla crisi:

  • rafforzare l’architettura finanziaria globale;
  • rafforzare il quadro normativo finanziario.

ATTO

Comunicazione per il Consiglio europeo di primavera intitolata «Guidare la ripresa in Europa - Volume 1» [COM(2009) 114 def. del 4 marzo 2009]

Ultimo aggiornamento: 08.05.2016

Top