Help Print this page 
Title and reference
Diritti degli azionisti di società quotate

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Diritti degli azionisti di società quotate

SINTESI DI:

Direttiva 2007/36/CE: diritti degli azionisti delle società quotate

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Stabilisce le norme per aiutare gli azionisti a esercitare i propri diritti nelle assemblee delle società che:

hanno la loro sede legale in un paese dell’Unione europea (UE);

sono quotate in una borsa valori ufficiale.

Essa mira inoltre a tener conto delle possibilità offerte dalle moderne tecnologie.

PUNTI CHIAVE

Le società devono fornire ai propri azionisti determinate informazioni riguardanti le assemblee. L’avviso di convocazione dell’assemblea deve essere dato con almeno 21 giorni di anticipo e le informazioni essenziali (data, luogo, ordine del giorno, descrizione del voto e procedure di partecipazione) devono essere comunicate sul loro sito web.

Devono inoltre fornire altre informazioni, quali:

il numero complessivo delle azioni e dei diritti di voto;

i documenti che saranno sottoposti all’assemblea;

una proposta di delibera;

i formulari da utilizzare per il voto per delega (quando un azionista ne autorizza un altro a rappresentarlo).

Nel corso della riunione, gli azionisti hanno il diritto di:

iscrivere punti all’ordine del giorno (se hanno una partecipazione del 5 % nel capitale della società);

porre domande in relazione ai punti all’ordine del giorno, a cui la società è tenuta a rispondere;

partecipare e votare senza altre limitazioni che la data di registrazione*.

Per quanto riguarda le votazioni, i paesi dell’UE devono abolire le eventuali restrizioni alla partecipazione degli azionisti alle assemblee con mezzi elettronici e autorizzare gli azionisti a nominare (e revocare) il loro rappresentante, che può essere un individuo o un gruppo, per via elettronica.

Le aziende devono anche tenere conto del numero esatto di voti per ogni delibera. Tuttavia, se nessun azionista richiede un rendiconto del voto, i paesi dell’UE possono consentire alle società di considerare solo il numero di voti necessari per ottenere la maggioranza richiesta per approvare una delibera. Le società devono pubblicare i risultati delle votazioni entro 15 giorni dall’assemblea.

Nel 2014, la Commissione europea ha presentato una proposta di modifica della presente direttiva, al fine di affrontare le carenze di governo societario che riguardano le società quotate e i loro azionisti. Tale proposta è ancora in discussione al Parlamento europeo e al Consiglio dell’UE.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 3 agosto 2007. Gli Stati membri dell’UE dovevano integrarla nella legislazione nazionale entro il 3 agosto 2009.

CONTESTO

Le origini di questa direttiva si trovano nella comunicazione della Commissione del 2003 dal titolo «Modernizzare il diritto delle società e rafforzare il governo societario nell’Unione europea», che proponeva iniziative volte a migliorare i diritti degli azionisti di società quotate per risolvere la questione del voto a distanza.

TERMINI CHIAVE

* Data di registrazione: una data specifica stabilita da una società a partire dalla quale l’azionista detiene ufficialmente le sue azioni, al fine di essere ammesso a partecipare e votare alle assemblee.

ATTO

Direttiva 2007/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 luglio 2007, relativa all’esercizio di alcuni diritti degli azionisti di società quotate (GU L 184 del 14.7.2007, pagg. 17-24)

Successive modifiche e correzioni alla direttiva 2007/36/CE sono state incorporate nel testo originario. La presente versione consolidata ha esclusivamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo — Modernizzare il diritto delle società e rafforzare il governo societario nell’Unione europea — Un piano per progredire (COM(2003) 284 def. del 21.5.2003)

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2007/36/CE per quanto riguarda l’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti e la direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda taluni elementi della relazione sul governo societario (COM(2014) 213 final del 9.4.2014)

Ultimo aggiornamento: 26.11.2015

Top