Help Print this page 
Title and reference
Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne dell'UE - EUR-Lex

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html CS html DA html DE html EL html EN html FR html IT html HU html NL html PL html PT html RO html FI html SV
Multilingual display
Text

Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne dell'UE

La libera circolazione nell'area Schengen, senza frontiere, è un diritto fondamentale dei cittadini dell'Unione europea. Con l'abolizione delle frontiere interne dell'Unione è emersa la necessità di gestire in modo più rigoroso le frontiere esterne, per garantire il controllo dei flussi di popolazione.

ATTO

Regolamento (UE) n. 1168/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 2007/2004, il quale istituisce un'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne.

SINTESI

Frontex, l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea (UE), è operativa dal 2005. Il suo ruolo consiste nel migliorare la gestione integrata delle frontiere esterne dell'Unione e nel potenziare la cooperazione tra le autorità di frontiera nazionali. Ha sede a Varsavia, in Polonia.

Nel 2011, a seguito della valutazione del suo operato e in risposta agli inviti a rafforzarne il ruolo e le capacità operative nella lotta contro l'immigrazione clandestina da parte del Consiglio e del Consiglio europeo (anche nel Patto europeo sull'immigrazione e l'asilo adottato nel 2008 e nel Programma di Stoccolma adottato nel 2009), l'atto originario che istituisce Frontex è stato modificato, aumentando le facoltà dell'Agenzia di rafforzare la cooperazione.

Compiti

I compiti principali di Frontex sono i seguenti:

  • pianificazione e coordinamento delle operazioni congiunte condotte avvalendosi di personale e attrezzature dei paesi membri alle frontiere esterne marittime, terrestri e aeree;
  • coordinamento delle operazioni di rimpatrio congiunto dei cittadini stranieri;
  • elaborazione di norme e strumenti di formazione comuni per le guardie di frontiera nazionali;
  • svolgimento di analisi del rischio (ad esempio, valutazione regolare della capacità dei paesi di affrontare minacce e pressioni alle frontiere esterne);
  • supporto ai paesi membri che richiedono maggiore assistenza tecnica e operativa alle frontiere esterne (ad esempio per le emergenze umanitarie e il soccorso in mare oppure qualora un paese debba affrontare pressioni specifiche e sproporzionate alle proprie frontiere);
  • creazione di squadre europee di guardie di frontiera (EBGT) per le operazioni congiunte, i progetti pilota e gli interventi rapidi;
  • sviluppo di una capacità di reazione rapida per le EBGT e di un database delle attrezzature e delle risorse disponibili da impiegare in caso di crisi.

Piano operativo

Un piano operativo (redatto prima delle operazioni congiunte e dei progetti pilota) dovrà indicare i compiti e le responsabilità, la composizione delle squadre, le disposizioni di comando e controllo, la valutazione e la segnalazione degli incidenti e la giurisdizione (ad esempio in caso di operazioni in mare) e così via.

Diritti fondamentali

Frontex deve adottare un meccanismo efficace per vigilare sul rispetto dei diritti fondamentali in tutte le sue attività.

Cooperazione

Frontex può collaborare con Europol, l'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, l'Agenzia dei diritti fondamentali dell'Unione europea e altri soggetti dell'Unione, oltre che con le autorità dei paesi terzi e con le organizzazioni internazionali.

Dati personali

Frontex ha il diritto di trasferire a Europol o ad altri organismi dell'UE preposti all'applicazione della legge i dati personali delle persone sospettate di essere coinvolte in attività illecite transfrontaliere, nell'agevolazione delle attività di immigrazione clandestina o nel traffico di esseri umani.

Attrezzature

Frontex può acquistare/affittare le proprie attrezzature (automobili, imbarcazioni, elicotteri e così via) o acquistarle congiuntamente con uno Stato membro.

Riferimenti

Atto

Entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (UE) n. 1168/2011

12.12.2011

-

GU L 304 del 22.11.2011

Ultima modifica: 15.01.2014

Top