Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Lotta ai falsi documentali: sistema di archiviazione delle immagini FADO

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Lotta ai falsi documentali: sistema di archiviazione delle immagini FADO

 

SINTESI DI:

Azione comune 98/700/GAI relativa alla creazione di un sistema europeo di archiviazione delle immagini

QUAL È LO SCOPO DELL’AZIONE COMUNE?

Crea un sistema di archiviazione delle immagini basato su Internet dell’Unione europea (UE) conosciuto come FADO (documenti falsi e autentici online), che consente la rapida condivisione fra paesi dell’UE di immagini di documenti autentici, falsi e falsificati, al fine di contribuire alla lotta contro l’immigrazione illegale e l’uso di documenti falsi.

PUNTI CHIAVE

  • Il sistema è multilingue, progettato per essere di facile utilizzo e basato su una codificazione molto rigorosa, al fine di garantire la standardizzazione e la sicurezza delle informazioni.
  • Un servizio centrale in ciascun paese dell’UE è collegato con il segretariato generale del Consiglio dell’UE, ma ogni paese dell’UE è libero di sviluppare il proprio sistema di trasmissione sicura dei dati interni. Le singole stazioni di lavoro di un paese dell’UE non sono collegate direttamente con il segretariato generale se non attraverso il rispettivo servizio centrale.
  • Le informazioni fornite al segretariato generale sono inserite il più rapidamente possibile nel sistema FADO, dopodiché ciascun paese dell’UE si fa carico di aggiungere tali dati al proprio sistema.
  • La creazione del sistema comunitario non impedisce ai paesi dell’UE di sviluppare i propri sistemi nazionali per soddisfare i rispettivi requisiti di sicurezza ai confini e verifica dei documenti.
  • Il sistema è progettato in particolare per consentire:
    • il confronto sullo schermo fra documenti autentici e falsificati;
    • informazioni centralizzate sulle tecniche di falsificazione e di sicurezza;
    • rinvii incrociati affinché gli utenti possano reperire le relative informazioni in tempi brevi;
    • comunicazioni su documenti falsi particolari.
  • Priorità viene conferita ai documenti dei paesi dell’UE e ai documenti dei paesi extra UE da cui si registra un’emigrazione abituale.
  • Il 1o dicembre 2014 il Regno Unito ha comunicato alla Commissione europea la propria volontà di prendere parte all’azione comune, che è stata confermata dalla decisione 2014/858/UE della Commissione.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA L’AZIONE COMUNE?

Si applica a partire dal 10 dicembre 1998.

CONTESTO

Il crescente numero di documenti di immigrazione autentici e falsi, quali passaporti, permessi di soggiorno e visti, e le sempre più sofisticate tecniche di falsificazione richiedono l’aggiornamento degli strumenti usati nella lotta all’immigrazione illegale e all’uso di documenti falsificati.

Per maggiori informazioni, si veda:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Azione comune 98/700/GAI, del 3 dicembre 1998 adottata dal Consiglio in base all’articolo K.3 del trattato sull’Unione europea, relativo alla creazione di un sistema europeo di archiviazione delle immagini (FADO) (GU L 333 del 9.12.1998, pagg. 4-7)

DOCUMENTI COLLEGATI

Decisione 2014/858/UE della Commissione, del 1o dicembre 2014, concernente la comunicazione, da parte del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, della volontà di partecipare ad atti dell’Unione nel settore della cooperazione di polizia e della cooperazione giudiziaria in materia penale adottati prima dell’entrata in vigore del trattato di Lisbona e che non fanno parte dell’acquis di Schengen (GU L 345 dell’1.12.2014, pagg. 6-9)

Ultimo aggiornamento: 23.08.2016

Top