Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Commercializzazione a distanza di servizi finanziari: protezione dei consumatori

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Commercializzazione a distanza di servizi finanziari: protezione dei consumatori

SINTESI DI:

Direttiva 2002/65/CE: protezione dei consumatori in casi di commercializzazione a distanza di servizi finanziari

SINTESI

CHE COSA FA QUESTA DIRETTIVA?

Stabilisce norme comuni per la commercializzazione di servizi finanziari dai fornitori ai consumatori nell’Unione europea (UE), migliorando così la protezione dei consumatori.

PUNTI CHIAVE

Campo di applicazione: rientrano nel campo di applicazione della direttiva tutti i servizi finanziari, compresa la vendita di carte di credito, di fondi d’investimento, di piani pensionistici individuali e assicurativi ai consumatori tramite canali di commercializzazione a distanza quali il telefono, il fax e Internet.

La direttiva garantisce la protezione dei consumatori, che prevede:

  • l’obbligo da parte del fornitore di dare ai consumatori informazioni complete prima di concludere un contratto;
  • il diritto del consumatore di recedere dal contratto entro 14 giorni;
  • il divieto delle pratiche abusive di commercializzazione volte a obbligare i consumatori a comprare un servizio che non hanno richiesto (fornitura non richiesta);
  • norme volte a limitare altre pratiche, quali le chiamate telefoniche ed email non richieste («cold calling» e spam);
  • sanzioni adeguate da parte dei paesi dell’UE ai fornitori che non rispettano la presente direttiva;
  • ricorso legale appropriato, comprese procedure di composizione extragiudiziale per i consumatori i cui diritti siano stati violati.

L’ultimo riesame dell’applicazione della direttiva nei paesi dell’UE da parte della Commissione europea è del 2009. Il riesame ha concluso che non vi era prova di problemi riscontrati dai consumatori provocati da un’attuazione non corretta della direttiva da parte dei paesi dell’UE.

La direttiva 2011/83/CE (direttiva sui diritti dei consumatori) regola la commercializzazione a distanza ai consumatori di tutti gli altri beni e servizi non finanziari, sostituendo la direttiva 97/7/CE.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 9 ottobre 2002. I paesi dell’UE dovevano recepirla nel diritto nazionale entro il 9 ottobre 2004.

CONTESTO

Commercializzazione a distanza di servizi finanziari

ATTO

Direttiva 2002/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 settembre 2002, concernente la commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori e che modifica la direttiva 90/619/CEE del Consiglio e le direttive 97/7/CE e 98/27/CE (GU L 271 del 9.10.2002, pagg. 16-24)

Le successive modifiche alla direttiva 2002/65/CE sono state incorporate nel testo base. La presente versione consolidata ha unicamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Direttiva 2011/83/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2011, sui diritti dei consumatori, recante modifica della direttiva 93/13/CEE del Consiglio e della direttiva 1999/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 85/577/CEE del Consiglio e la direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 304 del 22.11.2011, pagg. 64-88)

Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento Europeo — Riesame della direttiva concernente la commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori (2002/65/CE) [COM(2009) 626 def. del 20.11.2009]

Ultimo aggiornamento: 20.01.2016

Top