Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Proteggere i consumatori dalle clausole abusive nei contratti

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Proteggere i consumatori dalle clausole abusive nei contratti

I contratti di adesione definiscono i diritti e i doveri delle parti interessate. Tuttavia, a volte i consumatori possono essere penalizzati, perché le clausole del contratto sono state elaborate esclusivamente dal commerciante o perché gli obblighi in esso contenuti sono più onerosi per l’acquirente che per il venditore.

ATTO

Direttiva 93/13/CEE del Consiglio, del 5 aprile 1993, concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori

SINTESI

I contratti di adesione definiscono i diritti e i doveri delle parti interessate. Tuttavia, a volte i consumatori possono essere penalizzati, perché le clausole del contratto sono state elaborate esclusivamente dal commerciante o perché gli obblighi in esso contenuti sono più onerosi per l’acquirente che per il venditore.

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Protegge i consumatori dell’Unione europea (UE) da clausole e condizioni abusive che potrebbero essere incluse in un contratto di adesione per i beni e i servizi che acquistano. Introduce il concetto di «buona fede» per evitare qualsiasi significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi reciproci.

PUNTI CHIAVE

  • I beni e i servizi interessati, le circostanze della transazione e tutte le altre clausole e condizioni determinano se una disposizione di un contratto è giusta o no.
  • Il prezzo effettivo pagato per beni o servizi non è tenuto in conto in questa valutazione, a meno che la clausola in questione sia redatta in modo poco chiaro.
  • La direttiva contiene un elenco di clausole abusive, come chiedere ai consumatori di pagare un risarcimento irragionevole o vincolarli a clausole che non hanno avuto tempo di comprendere appieno prima di firmare il contratto.
  • La formulazione di tutti i contratti scritti deve essere chiara e comprensibile. Quando vi è dubbio sul senso di una clausola, deve essere interpretato in maniera favorevole al consumatore.
  • Le condizioni ritenute abusive non sono vincolanti per i consumatori, ma le altre clausole sono valide per entrambe le parti se il resto del contratto rimane pertinente e valido.
  • I paesi dell’UE devono agire per garantire che siano adottate le misure necessarie per evitare che le clausole abusive continuino ad essere utilizzate nei contratti.
  • Le organizzazioni o gli individui con un interesse legittimo nel proteggere i diritti dei consumatori possono adire un tribunale per stabilire se una condizione contrattuale è abusiva.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

Dal 16 aprile 1993.

CONTESTO

Clausole contrattuali abusive sul sito Internet della Commissione europea

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 93/13/CEE

16.4.1993

31.12.1994

GU L 95 del 21.4.1993, pag. 29-34

Atto modificatore

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 2011/83/UE

12.12.2011

13.12.2013

GU L 304 del 22.11.2011, pag. 64-88

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa che tutela i consumatori (il regolamento sulla cooperazione per la tutela dei consumatori) (GU L 364 del 9.12.2004, pag. 1-11)

Ultimo aggiornamento: 22.09.2015

Top