Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Norme dell’Unione europea per la tassazione dell’alcole

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Norme dell’Unione europea per la tassazione dell’alcole

 

SINTESI DI:

Direttiva 92/83CEE: strutture armonizzate delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche

QUAL È LO SCOPO DELLA PRESENTE DIRETTIVA?

Stabilisce le norme dell’Unione europea (UE) per le imposte sull’alcole (alcole etilico o etanolo, ossia la forma di alcole utilizzato nelle bevande alcoliche) e sulle bevande alcoliche, per le categorie di alcole e bevande alcoliche soggette a imposte e per le basi su cui l’imposta viene calcolata (accisa).

PUNTI CHIAVE

Birra

  • L’accisa percepita per unità di prodotto sulla birra si basa sul numero di ettolitri/gradi Plato* o ettolitri/titolo alcolometrico (un grado Plato è giuridicamente equivalente allo 0,4 % del titolo alcolometrico) del prodotto finito.
  • I paesi dell’UE possono suddividere le birre in categorie comprensive al massimo di quattro gradi Plato, ad esempio 15-19o, e possono applicare la stessa aliquota di accisa per ettolitro a tutte le birre di una determinata categoria.
  • Possono essere applicate aliquote ridotte di accisa alla birra prodotta in piccole imprese indipendenti, purché tali aliquote:
    • non vengano applicate alle birrerie che producono più di 200 000 ettolitri di birra l’anno;
    • non siano inferiori di oltre il 50 % all’aliquota di accisa nazionale normale.
  • Le aliquote ridotte devono essere applicate uniformemente alla birra fornita ad un paese da piccole birrerie indipendenti situate in altri paesi dell’UE.
  • Aliquote ridotte inferiori all’aliquota minima possono venire applicate alle birre più leggere, ossia a quelle con un titolo alcolometrico non superiore al 2,8 % vol.

Vino e altre bevande fermentate

  • L’accisa percepita su vino tranquillo e spumante e sulle altre bevande fermentate e prodotti intermedi (ad esempio Porto e Xeres) si basa sul numero di ettolitri di prodotto finito.
  • I paesi dell’UE devono applicare la medesima aliquota di accisa per ogni categoria di bevanda.
  • Può essere applicata un’aliquota di accisa ridotta su qualsiasi tipo di vino e altre bevande fermentate (ad eccezione della birra) aventi titolo alcolometrico non superiore all’8,5 % vol.
  • I paesi dell’UE possono applicare un’unica aliquota ridotta sui prodotti intermedi aventi un titolo alcolometrico non superiore al 15 % vol., purché tale aliquota:
    • non sia inferiore al 40 % dell’aliquota nazionale normale;
    • non sia inferiore all’aliquota normale applicata al vino tranquillo e alle altre bevande fermentate tranquille.

Bevande spiritose

  • L’accisa percepita sull’alcole puro e sulle bevande spiritose è determinata per ettolitro di alcole puro, misurato ad una temperatura di 20 oC.
  • Possono essere applicate aliquote ridotte all’alcole etilico (etanolo) fabbricato da piccole distillerie; tuttavia, esse non possono essere inferiori di più del 50 % dell’aliquota normale nazionale dell’accisa.
  • I paesi dell’UE devono applicare tale aliquota ridotta in modo uniforme all’alcole etilico prodotto da piccole distillerie situate in altri paesi dell’UE.
  • Entro taluni limiti, possono inoltre essere applicate aliquote ridotte alle bevande spiritose con un titolo alcolometrico non superiore al 10 % vol., al rum francese e all’ouzo greco.

Esenzioni

I prodotti disciplinati dalla presente direttiva sono esenti dall’accisa se sono:

  • denaturati*, conformemente ai requisiti previsti dai paesi dell’UE;
  • denaturati e impiegati per la fabbricazione di prodotti non destinati al consumo umano;
  • impiegati per la produzione di aceto, medicinali o aromi alimentari.

Elenco delle accise

La Commissione europea pubblica un elenco completo delle aliquote di accisa in vigore nei paesi dell’UE due volte all’anno.

Possibile revisione della direttiva 92/83/CEE

  • Al fine di valutare se la direttiva 92/83/CEE sia tuttora adatta allo scopo, la Commissione ha effettuato una valutazione REFIT (programma di controllo dell’adeguatezza e dell’efficacia della regolamentazione). REFIT è un programma volto a riesaminare tutta la normativa dell’UE (per individuare gli oneri, le incongruenze, le lacune o le misure inefficaci) e a presentare le proposte necessarie a dar seguito ai risultati della revisione. La relazione esterna di valutazione finale è ora resa pubblica.
  • Nell’ottobre 2016, la Commissione ha pubblicato una relazione per valutare la direttiva 92/83/CEE, nonché un documento di lavoro dei servizi (e una sintesi esecutiva di quest’ultimo).

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

È entrata in vigore il 10 novembre 1992. I paesi dell’UE dovevano recepirla nel diritto nazionale entro il 31 dicembre 1992.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda:

* TERMINI CHIAVE

Gradi Plato: il numero di gradi Plato misura la percentuale in peso dell’estratto originale per 100 grammi di birra. Questo valore viene calcolato a partire dall’estratto effettivo e dall’alcole contenuto nel prodotto finito.

Alcole denaturato: alcole etilico reso non potabile grazie all’aggiunta di una o più sostanze chimiche.

DOCUMENTO PRINCIPALE

Direttiva 92/83/CEE del Consiglio, del 19 ottobre 1992, relativa all’armonizzazione delle strutture delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche (GU L 316 del 31.10.1992, pagg. 21-27)

Le successive modifiche alla direttiva 92/83/CEE sono state incorporate nel testo originale. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

DOCUMENTI CORRELATI

Direttiva 92/84/CEE del Consiglio, del 19 ottobre 1992, relativa al ravvicinamento delle aliquote di accisa sull’alcole e sulle bevande alcoliche (GU L 316 del 31.10.1992, pagg. 29-31)

Relazione della Commissione al Consiglio sulla valutazione della direttiva 92/83/CEE relativa all’armonizzazione delle strutture delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche [COM(2016) 676 final del 28.10.2016]

Documento di lavoro dei servizi della Commissione — Valutazione che accompagna il documento — Relazione della Commissione al Consiglio sulla valutazione della direttiva 92/83/CEE del Consiglio relativa all’armonizzazione delle strutture delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche [SWD(2016) 336 final del 28.10.2016]

Documento di lavoro dei servizi della Commissione — Sintesi esclusiva della valutazione che accompagna il documento — Relazione della Commissione al Consiglio sulla valutazione della direttiva 92/83/CEE del Consiglio relativa all’armonizzazione delle strutture delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche [SWD(2016) 337 final del 28.10.2016]

Ultimo aggiornamento: 28.11.2016

Top