Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Utilizzo dei fanghi di depurazione in agricoltura

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Utilizzo dei fanghi di depurazione in agricoltura

Direttiva 86/278: la protezione del suolo in caso di utilizzo dei fanghi di depurazione in agricoltura

ATTO

Direttiva 86/278/CEE del Consiglio, del 12 giugno 1986, concernente la protezione dell’ambiente, in particolare del suolo, nell’utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Stabilisce una serie di norme per gli agricoltori relative all’impiego dei fanghi di depurazione come fertilizzanti, volte a evitare che tale pratica danneggi l’ambiente e la salute umana compromettendo la qualità del suolo e delle acque superficiali e sotterranee.

A tale scopo, la direttiva impone del limiti sulle concentrazioni consentite nel suolo per sette metalli pesanti che potrebbero essere nocivi per piante ed esseri umani:

cadmio,

rame,

nichel,

piombo,

zinco,

mercurio,

cromo.

Essa vieta l’utilizzo dei fanghi di depurazione che lasciano concentrazioni superiori a tali limiti.

PUNTI CHIAVE

I limiti specifici sono indicati negli allegati della direttiva:

allegato IA - metalli pesanti nel suolo,

allegato IB - metalli pesanti nei fanghi,

allegato IC - quantitativi massimi di metalli pesanti che possono essere immessi nel suolo ogni anno.

Normalmente, i fanghi devono essere sottoposti a un trattamento prima di essere utilizzati in agricoltura. Tuttavia, in alcuni paesi dell’Unione europea (UE), gli agricoltori possono essere autorizzati a utilizzare fanghi non trattati se iniettati o interrati nel suolo.

Esistono situazioni nelle quali i fanghi non possono essere utilizzati in agricoltura:

sui pascoli o sulle colture foraggere qualora su detti terreni si proceda al pascolo o alla raccolta del foraggio prima di tre settimane;

sui terreni destinati all’orticoltura e alla frutticoltura durante il periodo vegetativo. Questa regola non si applica agli alberi da frutto;

sui terreni destinati all’orticoltura e alla frutticoltura, i cui prodotti sono normalmente a contatto diretto col terreno e vengono consumati crudi. Questo divieto si applica per dieci mesi prima del raccolto e durante il raccolto stesso.

Le autorità nazionali sono tenute a garantire che l’utilizzo dei fanghi da parte degli agricoltori non superi i limiti imposti dalla legge, nonché a campionare e analizzare i fanghi e il suolo sul quale vengono impiegati, tenendo traccia di:

quanti fanghi vengono prodotti e utilizzati in agricoltura;

la composizione e le proprietà dei fanghi;

il trattamento a cui sono stati sottoposti i fanghi;

il luogo in cui vengono impiegati i fanghi e l’utilizzatore di questi ultimi.

La Commissione europea pubblica una regolare relazione sull’uso dei fanghi nell’agricoltura dell’UE che raccoglie le informazioni riportate dai singoli paesi su questo argomento.

CONTESTO

Fanghi di depurazione: le regole dell’UE.

TERMINI CHIAVE

* Fanghi di depurazione: fanghi provenienti da impianti di trattamento dei rifiuti domestici o urbani, fosse settiche e impianti di depurazione delle acque reflue simili.

* Fanghi trattati: fanghi che sono stati sottoposti a un trattamento biologico, chimico o termico, a uno stoccaggio a lungo termine o ad altri processi atti a ridurne la fermentazione (e quindi il rischio per la salute).

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 86/278/CEE

18.6.1986

18.6.1989

GU L 181 del 4.7.1986, pagg. 6-12

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 91/692/CEE

23.12.1991

1.1.1993

GU L 377 del 31.12.1991, pagg. 48-54

Regolamento (CE) n. 219/2009

20.4.2009

-

GU L 87 del 31.3.2009, pagg. 109-154

Le modifiche successive alla direttiva 86/278/CEE sono state incorporate nel testo base. La presente versione consolidata ha unicamente valore documentale.

Ultimo aggiornamento: 14.09.2015

Top