Help Print this page 
Title and reference
Cooperazione UE-Russia nel settore ambientale

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Cooperazione UE-Russia nel settore ambientale

L’Unione europea (UE) e la Russia intendono consolidare il loro dialogo nel settore della protezione ambientale. I partner definiscono pertanto un programma strategico comune e procedure rafforzate.

ATTO

Comunicazione della Commissione, del 17 dicembre 2001, Cooperazione tra l'Unione europea e la Russia nel settore ambientale [COM(2001) 772 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

È necessario approfondire il dialogo e la cooperazione tra l'Unione europea (UE) e la Russia nel settore ambientale.

I progressi compiuti dalla Russia in tale settore devono favorire il suo sviluppo socio-economico, in particolare nei settori dell'energia, della gestione delle risorse idriche, del rispetto delle norme internazionali per i prodotti e i servizi destinati all'esportazione, nonché favorire gli investimenti.

Attuale contesto normativo per la cooperazione

L’accordo di partenariato e cooperazione adottato nel 1997 e il suo programma operativo congiunto nel settore ambientale sono i gli strumenti principali dei partner nel settore.

I partner hanno anche stabilito obiettivi ambientali nel quadro:

  • del dialogo sull'energia tra l'Unione e la Russia (EN);
  • della strategia congiunta dell’UE riguardante la Russia, adottata a giugno 1999 (efficienza energetica, gestione sostenibile delle risorse naturali, lotta contro l'inquinamento, gestione dei rifiuti, ecc.).

Il paese deve anche rinnovare il suo impegno a favore della cooperazione internazionale, in particolare nel quadro della politica della dimensione settentrionale (EN) (FR) e delle convenzioni relative ai mari regionali (Mar Baltico, Mar Nero, Oceano Atlantico), nonché l'attuazione di accordi multilaterali nel settore ambientale e di lotta contro il cambiamento climatico.

Priorità della cooperazione

Tuttavia, gli obiettivi di cooperazione dei partner devono essere ampliati. Le nuove priorità si basano innanzitutto sugli obiettivi nazionali della Russia nel settore ambientale e nella gestione delle risorse. Si tratta in particolare di preservare ecosistemi e sviluppare un'economia rispettosa dell'ambiente. Tali priorità devono anche rispettare i principi della strategia europea a favore dello sviluppo sostenibile.

Inoltre, i partner definiscono una serie di priorità a breve termine, in particolare:

  • le economie dell'energia e delle risorse naturali, con lo sviluppo di tecnologie, procedimenti e prodotti adattati;
  • il miglioramento delle norme ambientali, dei controlli e delle valutazioni;
  • la depurazione delle acque reflue e la riduzione dell'inquinamento atmosferico;
  • la lotta contro l'inquinamento industriale e l'applicazione del principio della responsabilità oggettiva di chi inquina (chi inquina paga);
  • l’introduzione di meccanismi che favoriscano gli investimenti, compresi gli investimenti stranieri.

Contesto

La presente comunicazione segue il 7° vertice UE-Russia del 17 maggio 2001 nel corso del quale i partner hanno affermato la loro volontà di rafforzare la loro cooperazione strategica.

ATTI COLLEGATI

Decisione 2006/890/Euratom della Commissione, del 4 dicembre 2006, relativa alla conclusione, a nome della Comunità europea dell'energia atomica, di un accordo quadro relativo a un programma ambientale multilaterale per il nucleare nella Federazione russa e del protocollo riguardante le richieste di risarcimento, i procedimenti giudiziari e gli indennizzi dell'accordo quadro relativo a un programma ambientale multilaterale per il nucleare nella Federazione russa [notificata con il numero C(2006) 5219].

See also

  • Il sito Internet del Servizio azione esterna dell'Unione (EN) (FR)

Ultima modifica: 20.10.2011

Top