Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Diritto d'autore e diritti connessi nella società dell'informazione

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Diritto d'autore e diritti connessi nella società dell'informazione

SINTESI DI:

Direttiva 2001/29/CE sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell'informazione

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

La direttiva mira ad adattare la normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi agli sviluppi tecnologici e in particolare alla società dell'informazione, fornendo al tempo stesso un elevato livello di protezione della proprietà intellettuale. Inoltre, rende esecutivi due trattati internazionali conclusi nel dicembre 1996: il WIPO Copyright Treaty e il Trattato sulle interpretazioni, le esecuzioni ed i fonogrammi.

È una delle dieci direttive, fra cui quelle sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale, sulle opere orfane e sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi, che insieme compongono la normativa dell'UE sul diritto d'autore.

PUNTI CHIAVE

La direttiva armonizza i diritti fondamentali concessi agli autori e ai detentori di diritti connessi (il diritto di riproduzione, il diritto alla comunicazione al pubblico e il diritto di distribuzione) e, in misura minore, le eccezioni e limitazioni di tali diritti. Armonizza inoltre la protezione delle misure tecnologiche e delle informazioni, sanzioni e mezzi di ricorso relativi al regime dei diritti.

Diritto di riproduzione

I paesi dell'UE devono riconoscere ai soggetti sotto elencati il diritto esclusivo di autorizzare o vietare la riproduzione diretta o indiretta, temporanea o permanente, in qualunque modo o forma, in tutto o in parte:

  • agli autori, per quanto riguarda gli originali e le copie delle loro opere;
  • agli artisti interpreti o esecutori, per quanto riguarda le fissazioni* delle loro prestazioni artistiche;
  • ai produttori di fonogrammi, per quanto riguarda le loro riproduzioni fonografiche;
  • ai produttori delle prime fissazioni di una pellicola, per quanto riguarda l'originale e le copie delle loro pellicole;
  • agli organismi di diffusione radiotelevisiva, per quanto riguarda le fissazioni delle loro trasmissioni, siano esse effettuate su filo o via etere (senza filo), comprese le trasmissioni via cavo o via satellite.

Diritto di comunicazione al pubblico

I paesi dell'UE devono riconoscere agli autori il diritto esclusivo di autorizzare o vietare qualsiasi comunicazione al pubblico delle loro opere, compresa la messa a disposizione del pubblico delle loro opere in maniera tale che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente.

I paesi dell'UE devono inoltre disporre di norme sul diritto esclusivo di mettere a disposizione le proprie opere da parte di:

  • artisti interpreti o esecutori, per quanto riguarda le fissazioni delle loro prestazioni artistiche;
  • produttori di fonogrammi, per quanto riguarda le loro riproduzioni fonografiche;
  • produttori delle prime fissazioni di una pellicola, per quanto riguarda l'originale e le copie delle loro pellicole;
  • organismi di diffusione radiotelevisiva, per quanto riguarda le fissazioni delle loro trasmissioni, indipendentemente dal metodo di trasmissione.

Diritto di distribuzione

  • La direttiva stabilisce un'unica norma valida in tutta l'UE che riconosce agli autori il diritto esclusivo di autorizzare o vietare qualsiasi distribuzione al pubblico delle loro opere o di loro copie.
  • Tale diritto di distribuzione si esaurisce all'interno dell'Unione laddove la prima vendita o il primo altro trasferimento di proprietà nell'UE di un'opera sia effettuata dal titolare del diritto o con il suo consenso.

Eccezioni e limitazioni

La direttiva stabilisce un elenco esaustivo di eccezioni e limitazioni ai diritti, al fine di semplificare l'utilizzo di contenuti protetti in circostanze specifiche.

Vi è un'eccezione obbligatoria al diritto di riproduzione per determinati atti di riproduzione temporanea che sono parte integrante e essenziale di un procedimento tecnologico (copie temporanee) e il cui scopo è consentire un utilizzo legittimo o la trasmissione in rete tra terzi con l'intervento di un intermediario di un'opera o di altri materiali.

  • Tutte le altre eccezioni e limitazioni relative ai diritti di riproduzione e comunicazione sono facoltative (i paesi dell'UE possono decidere di applicarle oppure no) e riguardano in particolare il pubblico dominio. Per tre di tali eccezioni (reprografia*, uso privato e trasmissioni realizzate da istituzioni sociali) i titolari dei diritti devono ricevere un'equa compensazione.
  • Le eccezioni e limitazioni al diritto di distribuzione sono accordate in base alle eccezioni relative alla riproduzione o alla comunicazione al pubblico.

Protezione giuridica

  • I paesi dell'UE devono prevedere protezione giuridica contro l'elusione di efficaci misure tecnologiche riguardanti le opere o altri materiali.
  • Tale protezione giuridica riguarda inoltre gli «atti preparatori» quali la fabbricazione, l'importazione, la distribuzione, la vendita o la fornitura di servizi per opere a utilizzo limitato.

Tutela delle informazioni sul regime dei diritti

I paesi dell'UE devono prevedere protezione giuridica contro chiunque compia consapevolmente senza averne diritto i seguenti atti:

  • rimuovere o alterare qualsiasi informazione elettronica sul regime dei diritti;
  • distribuire, diffondere per radio o televisione, comunicare o mettere a disposizione del pubblico opere o altri materiali protetti dai quali siano state rimosse le informazioni elettroniche sul regime dei diritti.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

Si applica a partire dal 22 giugno 2001. I paesi dell'UE dovevano integrarla nella legislazione nazionale entro il 22 dicembre 2002.

TERMINI CHIAVE

* Fissazione: un'opera deve essere incorporata in una copia che ne consenta la visione o la copia da parte di altri (ossia tramite un mezzo materiale quale una registrazione).

* Reprografia: la scienza e la pratica di copiare e riprodurre documenti e materiale grafico.

ATTO

Direttiva 2001/29/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 maggio 2001, sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell'informazione (GU L 167 del 22.6.2001, pag. 10-19)

Le successive modifiche alla direttiva 2001/29/CE sono state incorporate nel testo originale. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Direttiva 2004/48/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale (GU L 195 del 2.6.2004, pagg. 16-25). Si veda la versione consolidata.

Direttiva 2014/26/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online nel mercato interno (GU L 84 del 20.3.2014, pagg. 72-98)

Direttiva 2006/115/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, concernente il diritto di noleggio, il diritto di prestito e taluni diritti connessi al diritto di autore in materia di proprietà intellettuale (versione codificata) (GU L 376 del 27.12.2006, pagg. 28-35)

Direttiva 2001/84/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 settembre 2001, relativa al diritto dell'autore di un'opera d'arte sulle successive vendite dell'originale (GU L 272 del 13.10.2001, pagg. 32-36)

Direttiva 93/83/CEE del Consiglio, del 27 settembre 1993, per il coordinamento di alcune norme in materia di diritto d'autore e diritti connessi applicabili alla radiodiffusione via satellite e alla ritrasmissione via cavo (GU L 248 del 6.10.1993, pagg. 15-21)

Direttiva 2009/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, relativa alla tutela giuridica dei programmi per elaboratore (Versione codificata) (GU L 111 del 5.5.2009, pagg. 16-22)

Direttiva 96/9/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 1996, relativa alla tutela giuridica delle banche di dati (GU L 77 del 27.3.1996, pagg. 20-28) («Direttiva sulle banche di dati»)

Direttiva 2006/116/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, concernente la durata di protezione del diritto d'autore e di alcuni diritti connessi (versione codificata) (GU L 372 del 27.12.2006, pagg. 12-18) Si veda la versione consolidata.

Direttiva 2012/28/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, su taluni utilizzi consentiti di opere orfane (GU L 299 del 27.10.2012, pagg. 5-12)

Ultimo aggiornamento: 04.04.2016

Top