Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Norme volte a promuovere il trasporto per via navigabile nell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Norme volte a promuovere il trasporto per via navigabile nell’Unione europea

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 718/1999 relativo ad una politica di regolazione delle capacità delle flotte comunitarie nella navigazione interna, al fine di promuovere il trasporto per via navigabile

SINTESI

CHE COSA FA IL PRESENTE REGOLAMENTO?

  • Insieme ai regolamenti di modifica, stabilisce le norme per una politica sulla capacità delle flotte dell’Unione europea (UE).
  • Intende incoraggiare lo sviluppo di un trasporto per via navigabile sostenibile e competitivo.

PUNTI CHIAVE

  • I paesi dell’UE le cui flotte dispongono di un tonnellaggio pari a 100 000 tonnellate e con vie navigabili collegate ad altri paesi dell’UE, sono tenuti a istituire un fondo di navigazione interna (con fondi di riserva separati per battelli da carico secco*, cisterne* e spintori*).
  • Esso copre i battelli che trasportano merci a fini commerciali e contempla alcune eccezioni, come ad esempio quelle per i battelli che operano sul Danubio o adibiti esclusivamente al magazzinaggio di merci o al dragaggio.
  • Ai sensi del regolamento (CE) n. 718/1999, questi fondi dovevano essere amministrati dalle autorità nazionali e dovevano essere utilizzati in due situazioni:
    • nel caso di «grave turbativa del mercato» nel mercato dei trasporti per via navigabile (ai sensi della direttiva 96/75/CE);
    • se richiesti unanimemente dalle organizzazioni che rappresentano il trasporto per via navigabile. Fino all’inizio del 2014, questi fondi di riserva non erano mai stati utilizzati.
  • Il regolamento (CE) n. 718/1999 conteneva il regime «vecchio per nuovo», secondo il quale i proprietari che volevano introdurre un nuovo battello nella flotta dovevano demolire il tonnellaggio del battello precedente oppure versare un contributo. Questa regola fu eliminata dal regolamento (CE) n. 411/2003 e poteva essere ripristinata, accompagnata o meno da misure di risanamento strutturale, solo nel caso di grave turbativa del mercato, come definita nella direttiva 96/75/CE.

Ambito di applicazione dei provvedimenti esteso

Ai sensi del regolamento (UE) n. 546/2014, l’ambito di applicazione dei provvedimenti disponibili previsti dal regolamento (CE) n. 718/1999 è stato modificato ed esteso. Tali provvedimenti includono:

  • facilitare (ad esempio fornendo informazioni) ai trasportatori per via navigabile che si ritirano dall’attività il conseguimento del prepensionamento oppure la riqualificazione in un’altra attività economica;
  • organizzare corsi di formazione o di riqualificazione professionale per i lavoratori che lasciano l’attività;
  • migliorare le competenze di navigazione interna e le conoscenze logistiche per salvaguardare lo sviluppo e il futuro della professione;
  • promuovere il raggruppamento dei battellieri-artigiani in cooperative e rafforzare le organizzazioni rappresentative della navigazione interna a livello dell’UE;
  • incoraggiare l’adeguamento tecnico dei battelli per migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza;
  • stimolare l’innovazione per quanto riguarda i battelli e il miglioramento delle loro prestazioni ambientali;
  • promuovere l’uso dei fondi di riserva nonché di strumenti finanziari quali ad esempio Orizzonte 2020 e il meccanismo per collegare l’Europa.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento (CE) n. 718/1999 è in vigore dal 29.4.1999. Il regolamento (UE) n. 546/2014 è in vigore dal 18.6.2014.

TERMINI CHIAVE

* Battelli da carico secco: battelli che trasportano carichi secchi (ad es. cereali).

* Cisterne: battelli che trasportano carichi umidi (ad es. olio).

* Spintori: battelli usati per spingere altri battelli, come ad esempio chiatte, ma non per trasportare merci.

ATTO

Regolamento (CE) n. 718/1999 del Consiglio, del 29 marzo 1999, relativo ad una politica di regolazione delle capacità delle flotte comunitarie nella navigazione interna, al fine di promuovere il trasporto per via navigabile (GU L 90 del 2.4.1999, pagg. 1-5)

Le modifiche successive al regolamento (CE) n. 718/1999 sono state integrate nel testo di base. La presente versione consolidata è da utilizzarsi a solo scopo di riferimento.

ATTI COLLEGATI

Direttiva 96/75/CE del Consiglio, del 19 novembre 1996, relativa alle modalità di noleggio e di formazione dei prezzi nel settore dei trasporti nazionali ed internazionali di merci per via navigabile nella Comunità (GU L 304 del 27.11.1996, pagg. 12-14). Si veda la versione consolidata.

Regolamento (CE) n. 181/2008 della Commissione, del 28 febbraio 2008, che fissa talune misure d’applicazione del regolamento (CE) n. 718/1999 del Consiglio relativo a una politica di regolazione delle capacità delle flotte comunitarie della navigazione interna, al fine di promuovere il trasporto per via navigabile (versione codificata) (GU L 56 del 29.2.2008, pagg. 8-12).

Ultimo aggiornamento: 09.02.2016

Top