Help Print this page 
Title and reference
Comunicazioni mobili GSM-UMTS

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Comunicazioni mobili GSM-UMTS

La presente direttiva realizza il servizio digitale cellulare paneuropeo di radiotelefonia mobile.

ATTO

Direttiva 87/372/CEE del Consiglio, del 25 giugno 1987, sulle bande di frequenza da assegnare per l’introduzione coordinata del servizio pubblico digitale cellulare paneuropeo di radiotelefonia mobile terrestre nella Comunità [Cfr. atti modificativi].

SINTESI

Gli Stati membri devono mettere le bande di frequenza 880-915 MHz e 925-960 MHz (la banda 900 MHz) a disposizione dei sistemi GSM * e UMTS *. Possono anche realizzare altri sistemi terrestri in grado di fornire servizi di comunicazione elettronica, i quali possono coesistere con i sistemi GSM nel rispetto del quadro normativo per la politica in materia di spettro radio.

Al riguardo, la decisione 2009/766/CE della Commissione si propone di armonizzare le condizioni tecniche di disponibilità e di utilizzo efficace della banda 900 MHz per UMTS, in conformità con la versione modificata del 2009 della presente direttiva. La decisione 2011/251/UE della Commissione rende inoltre possibile introdurre nella banda 900 MHz sistemi LTE * (Long Term Evolution) e WiMAX * (Worldwide Interoperability for Microwave Access).

Gli Stati membri sono tenuti a stabilire preventivamente se le esistenti assegnazioni della banda 900 MHz agli operatori di telefonia mobile in concorrenza sul rispettivo territorio determineranno una distorsione della concorrenza nei mercati della telefonia. In tale eventualità, gli Stati membri dovranno applicare la direttiva relativa alle autorizzazioni per le reti e i servizi di comunicazione elettronica.

Termini chiave dell'atto

  • Sistema GSM: rete di comunicazioni elettroniche conforme alle norme GSM pubblicate dall’ETSI e, in particolare, alle norme EN 301 502 ed EN 301 511.
  • Sistema UMTS: rete di comunicazioni elettroniche conforme alle norme UMTS pubblicate dall’ETSI e, in particolare, alle norme EN 301 908-1, EN 301 908-2, EN 301 908-3 ed EN 301 908-11.
  • Sistema LTE: rete di comunicazioni elettroniche conforme alle norme LTE pubblicate dall’ETSI e, in particolare, alle norme EN 301 908-1, EN 301 908-13, EN 301 908-14 ed EN 301 908-11.
  • Sistema WiMAX: rete di comunicazioni elettroniche conforme alle norme WiMAX pubblicate dall’ETSI e, in particolare, alle norme EN 301 908-1, EN 301 908-21 ed EN 301 908-22.
  • Servizio pubblico digitale cellulare europeo di radiotelefonia mobile terrestre: servizio pubblico di radiotelefonia cellulare fornito da ciascuno degli Stati membri secondo una specifica comune che, in particolare, prevede che tutti i segnali vocali siano codificati sotto forma di numeri binari con la trasmissione radio e permette agli utenti che beneficiano di un servizio in uno Stato membro di accedere anche al servizio esistente in un altro Stato membro.

Riferimenti

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Direttiva 87/372/CEE

-

25.12.1988

GU L 196, 17.7.1987

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Direttiva 2009/114/CE

9.11.2009

-

GU L 274, 20.10.2009

Le modifiche e correzioni successive della direttiva 87/372/CEE sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Raccomandazione 87/371/CEE del Consiglio del 25 giugno 1987 relativa all’introduzione coordinata del servizio pubblico digitale cellulare paneuropeo di radiotelefonia mobile terrestre nella Comunità [GU L 196 del 17.7.1987].

Ultima modifica: 24.06.2011

Top