Help Print this page 
Title and reference
Tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada: la direttiva Eurobollo

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada: la direttiva Eurobollo

La maggioranza dei paesi dell’Unione europea (UE) tassa i trasportatori per l’uso delle proprie infrastrutture di trasporto, in particolare le strade. L’UE ha introdotto l’Eurobollo con l’intento di recuperare i costi di costruzione, manutenzione, riparazione e ambientali, garantire una concorrenza leale e prevenire la discriminazione.

ATTO

Direttiva 1999/62/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 giugno 1999, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l’uso di alcune infrastrutture.

SINTESI

La maggioranza dei paesi dell’Unione europea (UE) tassa i trasportatori per l’uso delle proprie infrastrutture di trasporto, in particolare le strade. L’UE ha introdotto l’Eurobollo con l’intento di recuperare i costi di costruzione, manutenzione, riparazione e ambientali, garantire una concorrenza leale e prevenire la discriminazione.

CHE COSA FA LA PRESENTE DIRETTIVA?

Sostituisce la legislazione precedente, ovvero la direttiva 93/89/CEE annullata dalla Corte di giustizia nel 1995. Armonizza le condizioni alle quali le autorità nazionali possono applicare tasse, pedaggi e diritti d’utenza per le merci trasportate su strada.

PUNTI CHIAVE

Inizialmente gli oneri finanziari si applicavano solo ai veicoli con un peso totale a pieno carico pari a 12 tonnellate. Dal 2012, questa soglia è stata estesa ai pesi superiori a 3,5 tonnellate.

Gli oneri possono essere applicati anche su autostrade, ponti, gallerie e valichi di montagna e altre categorie di strade,

Non possono discriminare in base alla nazionalità del trasportatore né alla provenienza o alla destinazione del veicolo.

I controlli obbligatori alle frontiere interne all’UE sono vietati.

Gli oneri variano a seconda delle emissioni prodotte o del tempo di utilizzo dell’infrastruttura stradale.

Le autorità nazionali possono applicare altre tasse in presenza di circostanze specifiche, come ad esempio immatricolazione, carichi anomali e parcheggi o per evitare congestioni.

Gli oneri non si applicano ai veicoli registrati nelle isole Canarie, a Ceuta e Melilla, e nelle Azzorre e a Madeira che operano in questi territori o tra questi e la Spagna o il Portogallo.

La direttiva 2003/96/CE stabilisce livelli di tassazione minimi per tutti i carburanti. I paesi con diritti d’utenza stradale possono applicare aliquote ridotte per il gasolio utilizzato da tali veicoli.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

Dal 20 luglio 1999.

CONTESTO

Nel 2014, la Commissione ha adottato una strategia tesa a ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2 legate al trasporto. Questa ha evidenziato il contributo che le nuove tecnologie, compresi i carburanti alternativi e il passaggio ad altre forme di trasporto potrebbero offrire.

Per maggiori informazioni, consultare il sito web sui pedaggi stradali della Commissione europea

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 1999/62/CE

20.7.1999

1.7.2000

GU L 187 del 20.7.1999, pag. 42-50

Atti modificatori

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 2006/38/CE

10.6.2006

10.6.2008

GU L 157 del 9.6.2006, pag. 8-23

Direttiva 2006/103/CE

1.1.2007

1.1.2007

GU L 363 del 20.12.2006, pag. 344-351

Direttiva 2011/76/UE

15.10.2011

16.10.2013

GU L 269 del 14.10.2011, pag. 1-16.

Direttiva 2013/22/UE del Consiglio

1.7.2013

1.7.2013

GU L 158 del 10.6.2013, pag. 356-361

ATTI COLLEGATI

Direttiva 2003/96/CE del Consiglio, del 27 ottobre 2003, che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità (GU L 283 del 31.10.2003, pag. 51).

Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo: Strategia per la riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti, COM(2014) 285 final del 21.5.2014.

Ultima modifica: 30.04.2015

Top