Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Conglomerati finanziari: vigilanza

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Conglomerati finanziari: vigilanza

SINTESI DI:

Direttiva 2002/87/CE: vigilanza dei conglomerati finanziari

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

  • Mira ad aumentare un’efficace vigilanza dei conglomerati finanziari, ossia grandi gruppi finanziari (gruppi bancari, assicurativi, di imprese di investimento) attivi in diversi settori finanziari, spesso a livello transfrontaliero.
  • Il suo obiettivo generale è di contribuire a una maggiore stabilità finanziaria e alla tutela dei consumatori.

PUNTI CHIAVE

La direttiva stabilisce requisiti specifici:

  • di solvibilità , soprattutto per evitare che lo stesso capitale sia usato più di una volta per ammortizzare i rischi in imprese diverse dello stesso conglomerato («computo multiplo di capitali») e per evitare attività «downstream» da parte delle imprese madri, con le quali emettono debito e successivamente usano i ricavi come capitale proprio delle rispettive imprese figlie regolamentate («ricorso eccessivo alla leva finanziaria»);
  • di idoneità e professionalità dei dirigenti del conglomerato;
  • per garantire una gestione del rischio adeguata e sistemi di controllo interno nel conglomerato;
  • che prevedono la nomina di un’unica autorità di vigilanza, allo scopo di coordinare la vigilanza generale di un conglomerato, la quale può comprendere molte autorità diverse che si occupano di parti diverse delle attività del conglomerato;
  • per la condivisione delle informazioni e la cooperazione fra i supervisori (compresi quelli di paesi extra UE) delle imprese regolamentate in un conglomerato finanziario.

La direttiva 2011/89/UE ha introdotto modifiche che danno ai supervisori finanziari nazionali nuovi poteri al fine di esercitare meglio la supervisione delle imprese madri dei conglomerati, come le holding. In questo modo, i supervisori possono ottenere migliori informazioni in minor tempo, nel caso in cui un conglomerato finanziario dovesse incorrere in problemi, ed essere attrezzati meglio per intervenire.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

Si applica a partire dall’11 febbraio 2003. I paesi dell’Unione europea (UE) dovevano integrarla nella legislazione nazionale entro il 10 agosto 2004.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda «Conglomerati finanziari» sul sito Internet della Commissione europea

ATTO

Direttiva 2002/87/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2002, relativa alla vigilanza supplementare sugli enti creditizi, sulle imprese di assicurazione e sulle imprese di investimento appartenenti ad un conglomerato finanziario e che modifica le direttive 73/239/CEE, 79/267/CEE, 92/49/CEE, 92/96/CEE, 93/6/CEE e 93/22/CEE del Consiglio e le direttive 98/78/CE e 2000/12/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 35 dell’11.2.2003, pagg.1--27)

Le successive modifiche alla direttiva 2002/87/CE sono state incorporate nel testo originale. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

Ultimo aggiornamento: 11.04.2016

Top