Help Print this page 
Title and reference
Prospetto da pubblicare per l'emissione di strumenti finanziari

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Prospetto da pubblicare per l'emissione di strumenti finanziari

Lo scopo della direttiva è di migliorare la qualità delle informazioni fornite agli investitori dalle aziende che vogliono attirare investitori esterni per raccogliere capitali nell'Unione europea (UE) con i quali finanziare la loro crescita.

ATTO

Direttiva 2003/71/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 novembre 2003, relativa al prospetto da pubblicare per l'offerta pubblica o l'ammissione alla negoziazione di strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2001/34/CE.

SINTESI

Lo scopo della direttiva è di migliorare la qualità delle informazioni fornite agli investitori dalle aziende che vogliono attirare investitori esterni per raccogliere capitali nell'Unione europea (UE) con i quali finanziare la loro crescita.

Essa intende garantire che, qualora gli strumenti finanziari vengano offerti a tutti gli investitori europei, si verifichi l'adozione di standard informativi adeguati ed equivalenti in tutti i paesi dell'UE.

QUAL È L'OBIETTIVO DI QUESTA DIRETTIVA?

La direttiva stabilisce regole riguardanti il prospetto che le imprese dell'UE devono pubblicare quando emettono strumenti finanziari per attirare gli investimenti. In virtù di tali regole, il prospetto approvato in un paese dell'UE risulterà valido in tutta l'Unione europea (passaporto unico per gli emittenti).

Il prospetto è un documento d'informazione che contiene dati utili agli investitori per prendere decisioni di investimento con piena cognizione di causa.

ELEMENTI CHIAVE

Obbligo di pubblicare un prospetto

Gli emittenti sono obbligati a pubblicare un prospetto sull'offerta di strumenti finanziari, salvo nei casi in cui l'offerta:

sia rivolta unicamente a investitori (professionisti) qualificati, e/o

sia rivolta a meno di 150 persone per paese dell'UE diverse dagli investitori qualificati (ad esempio singoli individui), e/o

sia rivolta a investitori che acquistano tali strumenti finanziari per un corrispettivo totale di almeno 100 000 euro per investitore, e/o

copra strumenti finanziari (azioni oppure obbligazioni) il cui valore nominale unitario ammonti ad almeno 100 000 euro

abbia un corrispettivo totale nell'Unione inferiore a 100 000 euro.

Informazioni

Il prospetto deve includere un documento di sintesi, redatto in un formato standard, contenente informazioni chiave su:

le caratteristiche essenziali dell'emittente degli strumenti finanziari (ad esempio la società emittente), degli eventuali garanti (ad esempio la banca) e degli strumenti finanziari offerti o ammessi alla negoziazione su un mercato regolato, nonché i principali rischi a essi associati;

i termini generali dell'offerta, in particolare una stima delle spese fatturate dall'emittente all'investitore.

L'emittente è civilmente responsabile per le informazioni fornite nel prospetto. Tali informazioni devono corrispondere ai fatti e risultare prive di omissioni.

Approvazione e pubblicazione

Una volta approvato dall'autorità competente del paese dell'UE di origine, il prospetto deve essere pubblicato (ad esempio su un quotidiano ad ampia diffusione o sul sito web dell'emittente) e una copia deve essere inviata all'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA).

Il prospetto resta valido fino a 12 mesi dopo la sua approvazione, a condizione che venga aggiornato e integrato con gli elementi richiesti.

QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva doveva essere trasformata in legge nazionale entro il 1o luglio 2005. La direttiva di modifica (2010/73/CE) è applicabile a partire dal 1oluglio 2012.

In un libro verde sull'unione del mercato dei capitali pubblicato a febbraio 2015, la Commissione ha annunciato che esaminerà nuovamente la direttiva sul prospetto per consentire alle aziende, in particolare alle PMI, di raccogliere capitali e trovare investitori stranieri più facilmente.

Per maggiori informazioni, visitare il sito della Commissione europea dedicato alla direttiva sul prospetto.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Direttiva 2003/71/CE

31.12.2003

1.7.2005

GU L 345 del 31.12.2003, pag. 64-89

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Direttiva 2008/11/CE

20.3.2008

-

GU L 76 del 19.3.2008, pag. 37-38

Direttiva 2010/73/UE

31.12.2010

1.7.2012

GU L 327 dell'11.12.2010, pag. 1-12

Direttiva 2010/78/UE

4.1.2011

31.12.2011

GU L 331 del 15.12.2010, pag. 120-161

Direttiva 2013/50/UE

26.11.2013

26.11.2015

GU L 294 del 6.11.2013, pag. 13-27

Rettifica della direttiva 2013/50/UE

-

-

GU L 14 del 18.1.2014, pag. 35

Direttiva 2014/51/UE

23.5.2014

31.3.2015

GU L 153 del 22.5.2014, pag. 1-61

Ultima modifica: 02.04.2015

Top