Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Informazioni per i passeggeri: identità dei vettori aerei

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Informazioni per i passeggeri: identità dei vettori aerei

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 2111/2005: elenco dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno dell'Unione europea e identità del vettore aereo effettivo

SINTESI

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

  • Istituisce un elenco disponibile al pubblico delle compagnie aeree soggette a un divieto operativo all'interno dell’Unione europea (UE) in quanto non conformi agli standard di sicurezza richiesti (allegato A) e delle compagnie aeree alle quali è proibito operare in presenza di determinate condizioni (allegato B).
  • Garantisce che i passeggeri conoscano l’identità della compagnia aerea con la quale volano.

PUNTI CHIAVE

  • Le compagnie aeree che presentano gravi carenze per quanto riguarda la sicurezza e che non vi pongono rimedio vengono inserite nell’elenco dei vettori.
  • Esistono dei criteri comuni a tutta l’UE basati su norme di sicurezza rilevanti e volti a determinare l’opportunità di un divieto operativo. La Commissione europea può apportare modifiche alla luce degli sviluppi scientifici e tecnologici.
  • In presenza di problemi imprevisti legati alla sicurezza, un paese dell’UE può imporre divieti immediati sulle compagnie aeree.
  • Qualora la Commissione adotti la decisione di inserire un vettore aereo nell’elenco, la compagnia aerea avrà l’opportunità di essere ascoltata.
  • L’elenco viene pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’UE. La Commissione e i paesi dell’UE devono facilitare l’accesso del pubblico all’elenco, specialmente tramite Internet. Anche le autorità dell’aviazione civile e gli aeroporti sono tenute a mettere il pubblico a conoscenza di tale elenco.
  • Quando effettuano la prenotazione, i venditori di biglietti e gli agenti di viaggio devono informare i passeggeri in merito all’identità della compagnia aerea che opererà il loro volo. I passeggeri devono essere informati di tutti i cambiamenti successivi il prima possibile e, al più tardi, al check-in o in fase di imbarco.
  • Se la compagnia aerea viene inserita nell’elenco dopo che hanno effettuato la prenotazione, i passeggeri avranno diritto al rimborso o alla partenza su un volo alternativo.

Nel dicembre 2015, la Commissione ha pubblicato una strategia generale sull’aviazione per l’Europa. Oltre a cercare di migliorare la competitività del settore, la strategia sottolinea l’importanza del mantenimento di elevati standard in materia di sicurezza e tutela dei diritti dei passeggeri.

Entro novembre 2016, tutte le compagnie aeree di paesi extra UE che volano verso l’Unione avranno bisogno di un’unica autorizzazione di sicurezza aerea rilasciata dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea. Queste autorizzazioni attestano la conformità delle compagnie aeree agli standard di sicurezza internazionali e sono valide su tutto il territorio dell’UE.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Si applica a partire dal 16 gennaio 2006.

CONTESTO

Elenco delle compagnie aeree bandite dall’UE

ATTO

Regolamento (CE) n. 2111/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 dicembre 2005, relativo all’istituzione di un elenco comunitario di vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno della Comunità e alle informazioni da fornire ai passeggeri del trasporto aereo sull’identità del vettore aereo effettivo e che abroga l’articolo 9 della direttiva 2004/36/CE (GU L 344 del 27.12.2005, pagg. 15-22)

Le successive modifiche e le correzioni al regolamento (CE) n. 2111/2005 sono state integrate nel testo di base. La presente versione consolidata ha unicamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. 474/2006 della Commissione, del 22 marzo 2006, che istituisce un elenco comunitario dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno della Comunità ai sensi del Capo II del regolamento (CE) n. 2111/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 84 del 23.3.2006, pagg. 14-28). Si veda la versione consolidata.

Ultimo aggiornamento: 06.06.2016

Top