Help Print this page 
Title and reference
Relazioni sulla cittadinanza dell'Unione: i progressi dell'Unione europea sull'eliminazione degli ostacoli all'esercizio dei diritti

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Relazioni sulla cittadinanza dell'Unione: i progressi dell'Unione europea sull'eliminazione degli ostacoli all'esercizio dei diritti

La relazione sulla cittadinanza dell'Unione europea (UE) propone azioni concrete per continuare a eliminare gli ostacoli che impediscono ai cittadini europei di godere dei propri diritti nella loro vita quotidiana. Essa si accompagna alla relazione sui progressi verso l'effettiva cittadinanza dell'UE, pubblicata ogni tre anni, che valuta l'applicazione delle norme UE in materia di diritti dei cittadini dell'UE.

ATTO

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni: relazione 2013 sulla cittadinanza dell'Unione - Cittadini dell'Unione: i vostri diritti, il vostro futuro [COM(2013) 269 final - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

La cittadinanza europea e i diritti che ne derivano, quali i diritti di libera circolazione e i forti diritti politici, sono i pilastri fondamentali dell'Unione europea. Tutti i cittadini di un paese dell'UE godono di questo status, che si aggiunge e non si sostituisce alla cittadinanza nazionale.

La relazione sulla cittadinanza dell'Unione propone azioni concrete per migliorare i diritti dei cittadini europei in una serie di settori. L'obiettivo è garantire che i cittadini europei possano effettivamente godere dei propri diritti nella vita quotidiana per lavorare, studiare, vivere, viaggiare o fare acquisti nell'UE e partecipare al processo decisionale dell'UE.

Dodici azioni chiave

Nella relazione 2013, la Commissione propone dodici nuove azioni chiave per eliminare gli ostacoli che non permettono ai cittadini di godere dei propri diritti europei. Le aree interessate sono sei:

  • eliminare gli ostacoli per i lavoratori e i tirocinanti nell'UE;
  • ridurre le formalità burocratiche negli Stati membri;
  • tutelare le persone più vulnerabili nell'UE;
  • eliminare gli ostacoli agli acquisti nell'UE;
  • informazioni mirate e accessibili nell'UE;
  • partecipare alla vita democratica dell'Unione europea.

Molte delle proposte si applicano a tutti i 500 milioni di cittadini dell'UE. Alcune di queste riguardano specificatamente gli oltre 13,6 milioni di cittadini dell'UE che vivono in un paese europeo diverso da quello in cui sono nati o i 210 milioni che viaggiano all'interno dell'Unione europea ogni anno per motivi di lavoro, studio, formazione e tempo libero.

Tutte le 25 azioni concrete della prima relazione sulla cittadinanza dell'Unione del 2010 sono state avviate. Una tabella di avanzamento mostra le iniziative intraprese. Esse riguardano la libera circolazione e il soggiorno dei cittadini dell'Unione europea, la tutela consolare, i diritti elettorali, l'Iniziativa dei cittadini europei, i diritti sulla salute e i diritti dei consumatori.

La relazione 2013 è stata redatta sulla base di un'ampia consultazione pubblica che ha coinvolto i cittadini, la società civile e altre istituzioni dell'UE. Essa risponde anche alle richieste o lamentele che la Commissione riceve ogni anno dai cittadini europei, attraverso il centro di informazione Europe Direct e il portale La tua Europa.

La relazione sulla cittadinanza dell'Unione 2013 è accompagnata dalla Relazione sui progressi verso l'effettiva cittadinanza dell'UE 2011-2013 (ai sensi dell'articolo 25 TFUE), che descrive come le disposizioni del Trattato sulla cittadinanza dell'Unione (titolo II del trattato sul funzionamento dell'Unione europea) sono state attuate dal 2011.

ATTI COLLEGATI

Relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, ai sensi dell'articolo 25 TFUE, sui progressi verso l’effettiva cittadinanza dell’UE 2011-2013 [COM(2013) 270 final - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione 2010 sulla cittadinanza dell'Unione: Eliminare gli ostacoli all’esercizio dei diritti dei cittadini dell’Unione [COM(2010) 603 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale europeo ai sensi dell'articolo 25 TFUE sui progressi verso l'effettiva cittadinanza dell'UE 2007-2010 [COM(2010) 602 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione - Quinta Relazione della Commissione sulla cittadinanza dell'Unione (1o maggio 2004 - 30 giugno 2007) [COM(2008)85 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione - Quarta relazione della Commissione sulla cittadinanza dell'Unione (1o maggio 2001 - 30 aprile 2004) [COM(2004)695 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione - Terza Relazione della Commissione sulla cittadinanza dell'Unione [COM(2001)506 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Seconda relazione della Commissione sulla cittadinanza dell'Unione [COM(97)230 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione sulla cittadinanza dell'Unione [COM(93)702 def. - non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 19.05.2014

Top