Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Normativa europea sulle sostanze chimiche

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Normativa europea sulle sostanze chimiche

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 1907/2006 relativo alla registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche (REACH) e che istituisce un’Agenzia europea per le sostanze chimiche

SINTESI

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento REACH (registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche) fornisce un quadro giuridico completo per la fabbricazione e l’uso delle sostanze chimiche in Europa. La responsabilità di garantire la sicurezza delle sostanze chimiche prodotte, importate, vendute e usate nell’UE passa dalle autorità pubbliche alle industrie. Inoltre:

  • promuove metodi alternativi alla sperimentazione animale;
  • istituisce un mercato unico delle sostanze chimiche;
  • mira a promuovere l’innovazione e la competitività nel settore;
  • istituisce un’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA).

PUNTI CHIAVE

  • La normativa si applica a tutte le sostanze chimiche: fabbricate, importate, vendute, usate in quanto tali o all’interno di miscele e prodotti. Molte di queste sostanze si possono trovare nella vita quotidiana, ad esempio come vernici, prodotti per la pulizia o nelle apparecchiature elettriche.
  • Le aziende devono registrare in una banca dati centrale tutte le sostanze chimiche che fabbricano o importano in quantità uguale o superiore a una tonnellata all’anno. L’ECHA deve controllare le informazioni riportate nelle registrazioni.
  • Le aziende devono individuare e gestire eventuali rischi legati alle sostanze che fabbricano e commercializzano nell’Unione europea (UE). Devono dimostrare come usare i loro prodotti in sicurezza e informare gli utenti di eventuali misure di gestione del rischio da assumere per garantire un uso sicuro lungo tutta la catena d’approvvigionamento.
  • Le autorità nazionali possono limitare la fabbricazione o l’uso di determinate sostanze qualora ritengano che i rischi non siano gestiti adeguatamente.
  • La normativa mira a sostituire le sostanze più pericolose con alternative più sicure, qualora siano disponibili.
  • La normativa non si applica a determinati gruppi di sostanze (ad esempio quelle radioattive o assoggettate a controllo doganale) o ai rifiuti, poiché rientrano già nel campo di applicazione di altre normative.

Nel 2013, la Commissione europea ha valutato i primi cinque anni di applicazione del regolamento REACH e ha concluso che non era necessaria alcuna revisione importante prima del 1o giugno 2018, termine ultimo per la registrazione di determinate sostanze.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento è entrato in vigore il 1o giugno 2007.

CONTESTO

L’industria chimica è uno dei più grandi settori manifatturieri dell’UE e svolge un ruolo fondamentale nella vita quotidiana e nella competitività generale dell’economia. L’UE ha attuato delle normative che consentono all’industria chimica (e, più in generale, all’industria manifatturiera che usa sostanze chimiche) di svilupparsi e innovare, garantendo allo stesso tempo che i propri prodotti siano sicuri per le persone e per l’ambiente.

  • «Sostanze chimiche» sul sito Internet della direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione europea
  • «Sostanze chimiche» sul sito Internet della direzione generale dell’Ambiente della Commissione europea
  • «REACH» sul sito Internet dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche

ATTO

Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce un’Agenzia europea per le sostanze chimiche, che modifica la direttiva 1999/45/CE e che abroga il regolamento (CEE) n. 793/93 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1488/94 della Commissione, nonché la direttiva 76/769/CEE del Consiglio e le direttive della Commissione 91/155/CEE, 93/67/CEE, 93/105/CE e 2000/21/CE (GU L 136 del 29.5.2007, pagg. 3-280)

Le modifiche successive al regolamento (CE) n. 1907/2006 e ai suoi allegati sono state integrate nel testo di base. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. 771/2008 della Commissione, del 1o agosto 2008, recante norme sull’organizzazione e sulla procedura della commissione di ricorso dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (GU L 206 del 2.8.2008, pagg. 5-13)

Regolamento (CE) n. 440/2008 della Commissione, del 30 maggio 2008, che istituisce dei metodi di prova ai sensi del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) (GU L 142 del 31.5.2008, pagg. 1-739). Si veda la versione consolidata.

Regolamento (CE) n. 340/2008 della Commissione, del 16 aprile 2008, relativo alle tariffe e agli oneri pagabili all’Agenzia europea per le sostanze chimiche a norma del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) (GU L 107 del 17.4.2008, pagg. 6-25). Si veda la versione consolidata.

Regolamento (CE) n. 1238/2007 della Commissione, del 23 ottobre 2007, che stabilisce alcune norme relative alle qualifiche dei membri della commissione di ricorso dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (GU L 280 del 24.10.2007, pagg. 10)

Ultimo aggiornamento: 02.02.2016

Top