Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Sicurezza dei prodotti: regole generali

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Sicurezza dei prodotti: regole generali

L’Unione europea (UE) mira a garantire un elevato livello di sicurezza dei consumatori quando acquistano merci in vendita in Europa.

ATTO

Direttiva 2001/95/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 dicembre 2001, relativa alla sicurezza generale dei prodotti

SINTESI

L’Unione europea (UE) mira a garantire un elevato livello di sicurezza dei consumatori quando acquistano merci in vendita in Europa.

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Richiede alle aziende di garantire che gli articoli in vendita siano sicuri e di intraprendere azioni correttive quando viene riscontrato il contrario.

Introduce un sistema di allarme rapido per i prodotti* di consumo pericolosi diversi dagli alimenti. Ciò consente alle autorità nazionali di condividere prontamente le informazioni su qualsiasi misura intrapresa per ritirare tali prodotti dalla vendita.

PUNTI CHIAVE

  • I prodotti immessi sul mercato dell’UE devono essere sicuri.
  • Devono recare informazioni che ne consentano la tracciabilità, quali l’identità del fabbricante e un certificato di prodotto. Qualora sia necessario per un uso sicuro, i prodotti devono essere accompagnati da avvertenze e informazioni relative a qualsiasi rischio intrinseco.
  • Un prodotto è considerato sicuro se rispetta specifiche disposizioni nazionali o norme comunitarie. In mancanza di tali disposizioni o norme, la valutazione sulla sicurezza deve basarsi su:
    • gli orientamenti della Commissione;
    • le migliori pratiche nel settore interessato;
    • le conoscenze più recenti o gli ultimi ritrovati della tecnica;
    • la sicurezza che i consumatori possono ragionevolmente aspettarsi.
  • Le autorità nazionali incaricate dell’applicazione della legge hanno facoltà di controllare la sicurezza dei prodotti e intraprendere le azioni adeguate contro gli articoli pericolosi.
  • Un sistema per lo scambio rapido di informazioni, gestito dalla Commissione, consente alle autorità nazionali di allertare rapidamente le proprie controparti relativamente a qualsiasi prodotto che presenta un rischio grave per la salute e la sicurezza. Sono in vigore accordi diversi per i prodotti alimentari, i prodotti farmaceutici e i dispositivi medici.
  • In caso di utilizzo del sistema di allarme rapido, le autorità nazionali devono fornire informazioni che identificano l’articolo e la sua distribuzione in qualsiasi altra parte dell’Europa, particolari dei rischi che presenta e qualsiasi azione intrapresa per tutelare il pubblico.
  • La Commissione può intervenire rapidamente a livello europeo con misure di validità di un anno (rinnovabile), a fronte di un grave rischio provocato da un prodotto.
  • La normativa non si applica agli oggetti di antiquariato o ad articoli che necessitano di riparazione o restauro.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

È in vigore dal 15 gennaio 2002.

TERMINI CHIAVE

* Prodotto: qualsiasi articolo destinato alla vendita ai, o che verrà potenzialmente usato dai, consumatori, sia esso nuovo, usato o restaurato.

Per ulteriori dettagli, cfr. la direttiva relativa alla sicurezza generale dei prodotti.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva 2001/95/CE

15.1.2002

15.1.2004

GU L 11 del 15.1.2002, pagg. 4-17

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 765/2008

1.1.2010

-

GU L 218 del 13.8.2008, pagg. 30-47

Regolamento (CE) n. 596/2009

7.8.2009

-

GU L 188 del 18.7.2009, pagg. 14-92

ATTI COLLEGATI

2010/15/UE: Decisione della Commissione, del 16 dicembre 2009, recante linee guida per la gestione del sistema comunitario d’informazione rapida (RAPEX) e della procedura di notifica di cui, rispettivamente, all’articolo 12 e all’articolo 11 della direttiva 2001/95/CE relativa alla sicurezza generale dei prodotti (GU L 22 del 26.1.2010, pagg. 1-64)

Comunicazione della Commissione nel quadro dell’attuazione della direttiva 2001/95/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla sicurezza generale dei prodotti (GU C 38 del 17.2.2009, pagg. 11-14).

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull’applicazione della direttiva 2001/95/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 3 dicembre 2001, relativa alla sicurezza generale dei prodotti [COM(2008) 905 def. del 14 gennaio 2009]

Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla sicurezza dei prodotti di consumo e che abroga la direttiva 87/357/CEE del Consiglio e la direttiva 2001/95/CE [COM(2013) 78 final del 13.2.2013]

Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla vigilanza del mercato dei prodotti e che modifica le direttive 89/686/CEE e 93/15/CEE del Consiglio e le direttive 94/9/CE, 94/25/CE, 95/16/CE, 97/23/CE, 1999/5/CE, 2000/9/CE, 2000/14/CE, 2001/95/CE, 2004/108/CE, 2006/42/CE, 2006/95/CE, 2007/23/CE, 2008/57/CE, 2009/48/CE, 2009/105/CE, 2009/142/CE, 2011/65/UE, il regolamento (UE) n. 305/2011, il regolamento (CE) n. 764/2008 e il regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio [COM(2013) 75 final del 13.2.2013]

Ultimo aggiornamento: 14.09.2015

Top