Help Print this page 
Title and reference
Incidenti rilevanti con presenza di sostanze chimiche pericolose - EUR-Lex

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html CS html DA html DE html EL html EN html FR html IT html HU html NL html PL html PT html RO html FI html SV
Multilingual display
Text

Incidenti rilevanti con presenza di sostanze chimiche pericolose - EUR-Lex

I cittadini europei saranno meglio informati sulle principali minacce provenienti dagli impianti industriali presenti nella zona in cui vivono, ai sensi delle nuove norme entrate in vigore il 13 agosto 2012.

ATTO

Direttiva 2012/18/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2012 sul controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose, recante modifica e successiva abrogazione della direttiva 96/82/CE del Consiglio.

SINTESI

La normativa vigente

Normativa dell'UE volta a controllare i rischi di incidenti gravi che coinvolgono determinate sostanze pericolose, in particolare sostanze chimiche.

Descrizione del problema

Questa normativa è stata modificata per garantire alla popolazione maggiori diritti. Offre un migliore accesso alle informazioni sui rischi che potrebbero sussistere nelle vicinanze di impianti industriali e su come reagire in caso di incidente.

Tali informazioni, che descrivono come verranno lanciati gli allarmi e come la popolazione dovrà agire, devono essere disponibili online.

Che cosa è cambiato?

La legge ora riguarda circa 10 000 siti industriali in tutta l'UE, dove vengono utilizzate o sono conservate sostanze chimiche o petrolchimiche o dove vengono raffinati metalli.

Ogni paese dell'UE deve garantire che vengano adottate misure per affrontare gli incidenti nei pressi degli impianti industriali che ospitano grandi quantità di prodotti pericolosi.

Le aziende che trattano queste sostanze in quantità superiori a determinate soglie devono:

  • informare regolarmente le persone che potrebbero essere colpite da un incidente;
  • elaborare delle relazioni sulla sicurezza;
  • applicare un sistema di gestione della sicurezza;
  • adottare un piano di emergenza interno.

La nuova legge inoltre:

  • rende più rigorose le procedure per la consultazione pubblica in merito ai progetti, ai piani e ai programmi che coinvolgono gli impianti interessati dalla normativa;
  • introduce modifiche alle leggi sulla pianificazione territoriale volte a garantire che gli impianti nuovi siano ubicati a distanza di sicurezza rispetto a quelli esistenti;
  • consente alle persone di agire in giudizio se ritengono di non essere state adeguatamente informate o coinvolte;
  • introduce norme di controllo più rigorose per i vari impianti, al fine di garantire l'applicazione efficace delle norme di sicurezza.

I paesi dell'UE devono applicare le nuove regole dal giorno 1o giugno 2015.

Motivi dell'aggiornamento

La normativa più recente tiene conto di alcune modifiche tecniche a livello europeo e internazionale nella classificazione delle sostanze chimiche.

Riferimenti

Atto

Entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Direttiva 2012/18/UE

13.8.2012

31.5.2015In vigore dall' 1.6.2015

GU L 197 del 24.7.2012

15.01.2014

Top