Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Alimenti e mangimi geneticamente modificati

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Alimenti e mangimi geneticamente modificati

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 1829/2003 sugli alimenti e i mangimi geneticamente modificati

SINTESI

CHE COSA FA QUESTO REGOLAMENTO?

Stabilisce le norme relative alle modalità secondo le quali gli organismi geneticamente modificati (OGM) vengono autorizzati e sottoposti a vigilanza, nonché all’etichettatura degli alimenti e dei mangimi geneticamente modificati.

Esso intende tutelare:

la vita e la salute delle persone;

la salute e il benessere degli animali;

gli interessi ambientali e quelli dei consumatori.

PUNTI CHIAVE

Il regolamento si applica:

agli OGM utilizzati negli alimenti e nei mangimi per animali;

agli alimenti e ai mangimi per animali che contengono OGM;

agli alimenti e ai mangimi realizzati con oppure contenentiingredienti preparati utilizzando OGM.

Presentazione della domanda di autorizzazione

1.

I produttori presentano un’unica domanda che copre tutti gli utilizzi: alimenti, mangimi per animali e coltivazione.

2.

Entro due settimane l’autorità competente nel paese dell’Unione europea (UE) interessato conferma la ricezione e informa l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA).

3.

L’EFSA ha sei mesi per valutare la domanda.

Gestione del rischio

La Commissione europea è responsabile per la gestione del rischio.

Sulla base della valutazione dell’EFSA, la Commissione redige una proposta di accettazione o di respingimento della domanda.

Se il comitato accoglie la proposta, la Commissione la adotterà . In caso contrario, il Consiglio valuterà il progetto di decisione e deciderà se la Commissione debba o meno adottarla.

Etichettatura

Gli alimenti e i mangimi per animali che contengono OGM devono essere etichettati chiaramente.

Tuttavia, se un alimento o un mangime contiene una concentrazione di OGM inferiore allo 0,9 %, non è necessario etichettarlo, a condizione che l’OGM contenuto risulti tecnicamente inevitabile.

CONTESTO

TERMINE CHIAVE

* Organismo geneticamente modificato: un organismo il cui materiale genetico sia stato alterato attraverso l’ingegneria genetica al fine di introdurre geni normalmente assenti.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1829/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 settembre 2003, relativo agli alimenti e ai mangimi geneticamente modificati (GU L 268 del 18.10.2003, pagg. 1-23)

Le successive modifiche al regolamento (CE) n. 1829/2003 sono state integrate nel testo originale. La presente versione consolidata ha unicamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento di esecuzione (UE) n. 503/2013 della Commissione, del 3 aprile 2013, relativo alle domande di autorizzazione di alimenti e mangimi geneticamente modificati in applicazione del regolamento (CE) n. 1829/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio e che modifica i regolamenti (CE) n. 641/2004 e n. 1981/2006 (GU L 157 dell’8.6.2013, pagg. 1-48)

Direttiva (UE) 2015/412 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 marzo 2015, che modifica la direttiva 2001/18/CE per quanto concerne la possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) sul loro territorio (GU L 68 del 13.3.2015, pagg. 1-8)

Ultimo aggiornamento: 24.11.2015

Top