Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Contaminanti nei prodotti alimentari: ridurre al minimo gli effetti nocivi

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Contaminanti nei prodotti alimentari: ridurre al minimo gli effetti nocivi

SINTESI DI:

Regolamento (CEE) n. 315/93 sulle procedure dell’Unione europea relative ai contaminanti nei prodotti alimentari

SINTESI

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

Intende tutelare la salute pubblica, vietando l’immissione in commercio di prodotti alimentari contenenti quantitativi inaccettabili di sostanze residue note come «contaminanti».

PUNTI CHIAVE

  • I contaminanti sono presenti negli alimenti come conseguenza dei trattamenti successivi alla produzione o attraverso la contaminazione ambientale.
  • L’Unione europea (UE) regola i livelli di contaminanti accettabili sul piano tossicologico e li mantiene al minimo.
  • I contaminanti soggetti a norme più specifiche e i corpi estranei, quali frantumi di insetti, peli di animali e altro, non sono contemplati in questo regolamento.
  • Qualora sospetti la presenza di un contaminante pericoloso per la salute pubblica, un paese dell’UE può adottare misure restrittive sulla base di questo regolamento. In tal caso, dovrà informare immediatamente gli altri paesi dell’UE e la Commissione europea, motivando la propria decisione. La Commissione deve esaminare quanto prima le ragioni fornite dal paese dell’UE e prendere i provvedimenti necessari dopo avere consultato il comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali (oggi comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi). Questo comitato assiste la Commissione su tutte le questioni relative ai contaminanti, compresa la determinazione delle tolleranze massime autorizzate.
  • Il regolamento impone la determinazione di soglie massime per certi contaminanti al fine di tutelare la salute pubblica.
  • I paesi dell’UE non devono vietare il commercio dei prodotti alimentari conformi a questo regolamento.

Il regolamento (CE) n. 1881/2006 della Commissione stabilisce i livelli massimi per determinati contaminanti presenti negli alimenti, quali ad esempio nitrati, piombo, cadmio, mercurio, arsenico, melammina e così via.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

Si applica dal 1o marzo 1993.

CONTESTO

Per ulteriori informazioni, consultare anche la pagina «Contaminanti» sul sito Internet della Commissione europea.

ATTO

Regolamento (CEE) n. 315/93 del Consiglio, dell’8 febbraio 1993, che stabilisce procedure comunitarie relative ai contaminanti nei prodotti alimentari (GU L 37 del 13.2.1993, pagg. 1-3)

Successive modifiche e correzioni al regolamento (CEE) n. 315/93 sono state incorporate nel testo originale. La presente versione consolidata ha unicamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CEE) n. 1881/2006 del Consiglio, del 19 dicembre 2006, che definisce i tenori massimi di alcuni contaminanti nei prodotti alimentari (GU L 364 del 20.12.2006, pagg. 5-24). Si veda la versione consolidata.

Ultimo aggiornamento: 18.04.2016

Top