Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Garantire integratori alimentari sicuri nell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Garantire integratori alimentari sicuri nell’Unione europea

SINTESI DI:

Direttiva 2002/46/CE: integratori alimentari

SINTESI

CHE COSA FA LA PRESENTE DIRETTIVA?

Armonizza i requisiti relativi agli integratori alimentari* per tutelare i consumatori da potenziali rischi per la salute e garantire che tali prodotti non vengano venduti con informazioni fuorvianti.

PUNTI CHIAVE

  • La normativa stabilisce un elenco armonizzato di vitamine e minerali che possono essere impiegati per produrre integratori alimentari.
  • I fabbricanti raccomandano livelli massimi e minimi di consumo giornaliero.
  • Gli integratori alimentari non devono essere etichettati, presentati o pubblicizzati come capaci di prevenire o curare una malattia, né dovrebbero lasciar intendere che una dieta bilanciata e varia non può fornire le quantità di sostanze nutritive adeguate.
  • Le etichette devono riportare nel dettaglio:
    • le sostanze nutritive contenute nei prodotti alimentari;
    • l’assunzione giornaliera raccomandata, con l’avvertenza di non eccedere tale dose;
    • consigli per conservare il prodotto fuori dalla portata dei bambini piccoli.
  • Le autorità nazionali possono richiedere che i fabbricanti le informino fornendo una copia dell’etichetta quando immettono un prodotto sul mercato.
  • Le autorità nazionali possono sospendere o limitare la vendita di un integratore se ritengono che possa nuocere alla salute umana. In tal caso, informano immediatamente la Commissione europea e tutti i paesi dello Spazio economico europeo, un’area che include i 28 paesi dell’Unione europea (UE), Islanda, Liechtenstein e Norvegia dove vige la libera circolazione di persone, merci, servizi e capitali.
  • La normativa non si applica ai medicinali.

Inoltre:

  • il regolamento (UE) n. 609/2013 stabilisce norme relative al contenuto e alle informazioni che accompagnano il latte in polvere, gli alimenti confezionati a base di cereali, gli alimenti per neonati, gli alimenti a fini medici speciali e i sostituti dell’intera razione alimentare giornaliera per il controllo del peso;
  • il regolamento (CE) n. 1924/2006 armonizza i requisiti relativi alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari venduti al pubblico, compresi gli alimenti forniti a ristoranti, ospedali, scuole, mense e altri servizi di catering di massa;
  • il regolamento (CE) n. 1925/2006 armonizza i requisiti relativi all’aggiunta di vitamine, minerali e talune altre sostanze agli alimenti.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 12 luglio 2002. I paesi dell’UE dovevano recepirla nella legislazione nazionale entro il 31 luglio 2003.

CONTESTO

TERMINI CHIAVE

* Integratori alimentari: fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico e volte a integrare la normale razione alimentare giornaliera. Possono essere venduti sotto forma di capsule, pastiglie, compresse, bustine o flaconi.

ATTO

Direttiva 2002/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 10 giugno 2002, per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli integratori alimentari (GU L 183 del 12.7.2002, pagg. 51-57)

Successive modifiche e correzioni alla direttiva 2002/46/CE sono state incorporate nel testo di base. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 609/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 giugno 2013, relativo agli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia, agli alimenti a fini medici speciali e ai sostituti dell’intera razione alimentare giornaliera per il controllo del peso e che abroga la direttiva 92/52/CEE del Consiglio, le direttive 96/8/CE, 1999/21/CE, 2006/125/CE e 2006/141/CE della Commissione, la direttiva 2009/39/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e i regolamenti (CE) n. 41/2009 e (CE) n. 953/2009 della Commissione (GU L 181 del 29.6.2013, pagg. 35-56)

Regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari (GU L 404 del 30.12.2006, pagg. 9-25). Si veda la versione consolidata.

Regolamento (CE) n. 1925/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, sull’aggiunta di vitamine e minerali e di talune altre sostanze agli alimenti (GU L 404 del 30.12.2006, pagg. 26-38). Si veda la versione consolidata.

Ultimo aggiornamento: 03.02.2016

Top