Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Ingresso e soggiorno dei lavoratori altamente qualificati (Carta blu UE)

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Ingresso e soggiorno dei lavoratori altamente qualificati (Carta blu UE)

SINTESI DI:

Direttiva 2009/50/CE: condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

  • Stabilisce le condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di paesi terzi altamente qualificati*, e delle loro famiglie, che desiderano svolgere un lavoro altamente qualificato in un paese dell’Unione europea (ad eccezione di Danimarca, Irlanda e Regno Unito).
  • Istituisce il sistema della Carta blu UE*.

PUNTI CHIAVE

  • I candidati alla Carta blu UE devono presentare:
    • un contratto di lavoro o un’offerta di lavoro vincolante della durata di almeno un anno, con uno stipendio il cui ammontare corrisponde ad almeno 1,5 volte lo stipendio medio annuale lordo nel paese dell’Unione europea (UE) interessato;
    • documenti che attestino il possesso delle qualifiche necessarie;
    • un documento di viaggio valido e, dove richiesto, un visto;
    • la prova che beneficiano di un’assicurazione contro le malattie.
  • I paesi dell’UE possono respingere una domanda se le condizioni di cui sopra non sono soddisfatte o se i documenti sono stati acquisiti illegalmente, falsificati o manomessi.
  • Il candidato non deve essere considerato una minaccia per l’ordine, la sicurezza o la salute pubblici.
  • I paesi dell’UE possono determinare il numero di dipendenti altamente qualificati che possono essere ammessi.
  • Il candidato ammesso riceve una Carta blu UE valida per un periodo compreso tra uno e quattro anni, in base al paese dell’UE interessato o alla durata del contratto di lavoro se questo è più breve del periodo di validità standard più tre mesi.
  • La domanda può essere presentata dal cittadino e/o dal datore di lavoro, a seconda del paese dell’UE.
  • Per i primi due anni, i titolari di Carta blu UE sono limitati a posti di lavoro altamente qualificati che soddisfano i criteri di ammissione. Al termine di tale periodo possono candidarsi in condizioni di parità con i cittadini del paese interessato per altre attività lavorative altamente qualificate, a seconda del paese dell’UE.
  • I possessori di Carta blu UE e le loro famiglie possono entrare, rientrare e soggiornare nel paese UE di rilascio, nonché passare attraverso i paesi dell’UE.
  • I possessori di Carta blu UE beneficiano degli stessi diritti riservati ai cittadini nazionali, in particolare per quanto riguarda le condizioni di lavoro, l’istruzione, il riconoscimento dei diplomi, la sicurezza sociale e la libertà di associazione. I paesi dell’UE possono limitare alcuni di questi diritti, in particolare borse di studio e prestiti.
  • Le autorità nazionali possono ritirare una Carta blu UE, o non rinnovarla, qualora il titolare non soddisfi più le condizioni originali, sia disoccupato da più di tre mesi o considerato una minaccia per l’ordine pubblico.
  • Dopo 18 mesi di residenza legale, i titolari della Carta blu UE possono usufruire di agevolazioni per spostarsi in un altro paese dell’UE. A condizione che soddisfino nuovamente i criteri di ammissione, possono essere autorizzati a iniziare a lavorare prima che venga presa una decisione; i famigliari potranno raggiungerli immediatamente.
  • La Commissione europea presenta una relazione sull’applicazione della direttiva ogni tre anni. La prima relazione è stata pubblicata nel giugno 2014.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è in vigore dal 19 giugno 2009. I paesi dell'UE dovevano integrarla nel proprio diritto nazionale entro il 19 giugno 2011.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda la pagina «Migrazione legale» sul sito web della Commissione europea.

TERMINI CHIAVE

* Dipendente altamente qualificato: percepisce uno stipendio e ha una competenza specifica comprovata da qualifiche professionali superiori.

* Carta blu UE: un’autorizzazione al lavoro e al soggiorno recante la dicitura «Carta blu UE», che dà diritto a vivere e lavorare nel paese dell’UE che ha concesso tale autorizzazione.

ATTO

Direttiva 2009/50/CE del Consiglio, del 25 maggio 2009, sulle condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati (GU L 155 del 18.6.2009, pagg. 17-29)

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio concernente l’attuazione della direttiva 2009/50/CE sulle condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati («Carta blu UE») [COM(2014) 287 final del 22.5.2014]

Ultimo aggiornamento: 21.04.2016

Top