Help Print this page 
Title and reference
Accesso del servizio d'immatricolazione degli autoveicoli al sistema SIS II

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Accesso del servizio d'immatricolazione degli autoveicoli al sistema SIS II

Il sistema d'informazione Schengen di seconda generazione (SIS II) sarà un sistema d'informazione su vasta scala, contenente segnalazioni su persone e oggetti. Sarà utilizzato da guardie di frontiera, funzionari doganali, autorità garanti dell'applicazione della legge e dei visti all'interno dell'area Schengen, nell'ottica di garantire un elevato livello di sicurezza. Questo nuovo sistema è attualmente oggetto di un test globale in stretta collaborazione con gli Stati membri e sostituirà l'attuale sistema, fornendo funzionalità potenziate.

Dal momento che il regolamento e la decisione sull'istituzione, l'esercizio e l'uso del SIS II non prevedono l'accesso a questo sistema da parte dei servizi di immatricolazione dei veicoli degli Stati membri, è stato adottato un ulteriore regolamento a tal fine.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1986/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, sull'accesso al sistema d'informazione Schengen di seconda generazione (SIS II) dei servizi competenti negli Stati membri per il rilascio delle carte di circolazione.

SINTESI

I servizi competenti negli Stati membri per il rilascio delle carte di circolazione per i veicoli ai sensi della direttiva 1999/37/CE avranno accesso ai seguenti dati inseriti nel SIS II:

  • dati relativi a veicoli a motore di cilindrata superiore a 50 cc.;
  • dati relativi ai rimorchi di peso a vuoto superiore a 750 kg e alle roulotte;
  • dati relativi a certificati di immatricolazione per veicoli e a targhe per veicoli rubati, altrimenti sottratti, smarriti o falsificati.

Essi avranno accesso a questi dati al solo scopo di verificare se i veicoli di cui è richiesta l'immatricolazione non siano stati rubati, sottratti o smarriti o non siano ricercati a fini di prova in un procedimento penale.

I servizi di immatricolazione che non siano servizi statali accederanno ai dati inseriti nel SIS II soltanto per il tramite di un'autorità di cui all'articolo 40 della decisione SIS II. Solo queste autorità hanno il diritto di consultare i dati direttamente e di trasmetterli al servizio competente.

La comunicazione alle autorità giudiziarie o di polizia di informazioni emerse durante la consultazione del SIS II che diano motivo di sospettare che sia stato commesso un reato è disciplinata dalla legislazione nazionale.

Contesto

In virtù della direttiva 1999/37/CE del Consiglio, del 29 aprile 1999, relativa ai documenti di immatricolazione dei veicoli, gli Stati membri si prestano reciproca assistenza e si comunicano informazioni. In particolare, prima dell'immatricolazione di un veicolo, devono verificare la situazione legale di tale veicolo nello Stato membro in cui era precedentemente immatricolato.

Il regolamento (CE) n. 1987/2006 e la decisione 2007/533/GAI sull’istituzione, l’esercizio e l’uso del SIS II (regolamento SIS II e decisione SIS II) sostituiscono integralmente la convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen del 14 giugno 1985, fatto salvo un articolo. Quest’ultimo riguarda l’accesso al sistema d’informazione Schengen da parte delle autorità e dei servizi competenti negli Stati membri per il rilascio delle carte di circolazione per i veicoli. Questo terzo atto completa il quadro giuridico del SIS II, consentendo l'accesso al SIS II da parte dei servizi competenti negli Stati membri per l’immatricolazione dei veicoli, una volta che il sistema sarà operativo.

Riferimenti

Atto

Entrata in vigore

Termine ultimo di recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1986/2006

17.1.2006

-

GU L 381 del 28.12.2006

See also

Ultima modifica: 01.12.2010

Top