Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
I regolamenti dell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

I regolamenti dell’Unione europea

I regolamenti sono atti giuridici definiti nell’articolo 288 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE). Sono di applicazione generale, vincolanti in tutti i loro elementi e direttamente applicabili in tutti i paesi dell’Unione europea (UE).

SINTESI

I regolamenti sono atti giuridici definiti nell’articolo 288 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE). Sono di applicazione generale, vincolanti in tutti i loro elementi e direttamente applicabili in tutti i paesi dell’Unione europea (UE).

Ad esempio, quando l’UE ha deciso di prendere misure atte a proteggere più efficacemente la salute umana e l’ambiente dai rischi associati alle sostanze chimiche, ha adottato un regolamento relativo a questa problematica.

Il regolamento rientra nel diritto secondario dell’UE. Viene adottato dalle istituzioni europee sulla base dei trattati costitutivi. Ha lo scopo di assicurare un’applicazione uniforme della normativa comunitaria in tutti i paesi dell’UE.

Il regolamento viene adottato seguendo una procedura legislativa. Si tratta di un atto giuridico adottato dal Consiglio e dal Parlamento secondo procedure legislative ordinarie o speciali.

Il regolamento si rivolge a categorie astratte di persone, non a specifici individui. È questa caratteristica a differenziarlo dalla decisione, descritta nell’articolo 288 del TFUE. È vincolante in tutti i suoi elementi.

Coloro ai quali si applica un regolamento devono conformarsi pienamente a esso. Si tratta di un atto giuridico vincolante per:

le istituzioni dell’UE;

i paesi dell’UE;

le persone alle quali è rivolto.

Il regolamento è direttamente applicabile in tutti i paesi dell’UE. Ciò significa che:

si applica immediatamente in tutti i paesi dell’UE, senza dovere essere trasposto in una legge nazionale;

crea diritti e doveri per gli individui e può pertanto essere fatto valere dinanzi ai giudici nazionali;

può essere utilizzato come riferimento dagli individui nei rapporti con altri individui, paesi dell’UE e autorità dell’Unione.

È applicabile in tutti i paesi UE dalla data di entrata in vigore (ovvero una data stabilita dal regolamento stesso; se non presente, 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale). I suoi effetti giuridici sono simultaneamente, automaticamente e uniformemente vincolanti in tutte le legislazioni nazionali.

Regolamenti delegati

Nella procedura per gli atti delegati (articolo 290 del TFUE), la Commissione può adottare regolamenti delegati per specificare o integrare determinati aspetti o dettagli di un regolamento o di una direttiva dell’UE.

Regolamenti di esecuzione

Nella procedura di adozione degli atti di esecuzione (articolo 291 del TFUE), la Commissione può essere autorizzata ad adottare i regolamenti per l’esecuzione di una normativa che richiede un’attuazione uniforme in tutta l’UE. Le competenze di esecuzione della Commissione devono essere esercitate in conformità con il regolamento (UE) n. 182/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio.

Le istituzioni europee possono inoltre adottare regolamenti di attuazione per il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo di sviluppo regionale. Questo tipo di regolamento è descritto negli articoli 164 e 178 del TFUE.

Si tratta di atti giuridici la cui validità dipende dal «regolamento di base». Mentre il regolamento di base stabilisce le norme fondamentali, il regolamento di esecuzione fissa determinate disposizioni tecniche.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina dedicata alla normativa comunitaria sul sito web dell’Unione europea.

Ultima modifica: 30.08.2015

Top