Help Print this page 
Title and reference
Buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari

A decorrere dal primo agosto 2008, la fabbricazione dei materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti è soggetta a norme relative alle buone pratiche di fabbricazione armonizzate per tutta l'Unione europea (UE), affinché tali materiali non costituiscano un pericolo per il consumatore né modifichino la composizione o le caratteristiche organolettiche degli alimenti.

ATTO

Regolamento (CE) n. 2023/2006 della Commissione, del 22 dicembre 2006, sulle buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari.

SINTESI

Il presente regolamento stabilisce cosa si intende per «buone pratiche di fabbricazione *» per i materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti.

Nel contesto dell'Unione europea (UE), tali buone pratiche armonizzano i processi di fabbricazione per i suddetti materiali in tutte le loro fasi, dalla fabbricazione alla distribuzione.

I fabbricanti sono tenuti a istituire un sistema di assicurazione della qualità e un sistema di controllo della qualità (si veda qui di seguito) attraverso norme specifiche per la fabbricazione, ad esempio per i processi che utilizzano inchiostri da stampa.

I materiali a contatto con gli alimenti includono oggetti quali i recipienti e gli imballaggi, ma anche qualsiasi materiale a contatto con i prodotti alimentari, come la carta e il cartone o quelli che presumibilmente cedono i loro costituenti agli alimenti, come gli inchiostri e le colle.

Il regolamento (CE) n. 1935/2004 riporta nell'allegato 1 un elenco dei materiali a cui si applica il presente regolamento: gli oggetti attivi e intelligenti, nonché colle, ceramiche, sughero, caucciù, vetro, resine scambiatrici di ioni, metalli e leghe, carta e cartone, materiali plastici, inchiostri di stampa, cellulose rigenerate, siliconi, tessili, vernici e rivestimenti, cere e legno.

Sistema di assicurazione della qualità e controllo della qualità

Il presente regolamento obbliga i fabbricanti ad attuare un sistema di assicurazione della qualità (che tenga conto dell'adeguatezza del personale necessario per realizzarlo e delle dimensioni dell'impresa) nonché un sistema di controllo della qualità. Quest'ultimo prevede misure volte a correggere eventuali mancanze di conformità alle buone pratiche di fabbricazione.

Inoltre il fabbricante elabora e conserva la documentazione riguardante le specifiche, le formulazioni e le trasformazioni del prodotto che siano pertinenti per la conformità e la sicurezza del prodotto, nonché la documentazione relativa alle varie operazioni di fabbricazione. Il fabbricante deve altresì mettere a disposizione delle autorità competenti, qualora lo richiedano, tale documentazione.

Termini chiave dell’atto

  • Buone pratiche di fabbricazione (good manufacturing practices — GMP): gli aspetti di assicurazione della qualità che assicurano che i materiali e gli oggetti siano costantemente fabbricati e controllati, per assicurare la conformità alle norme ad essi applicabili e agli standard qualitativi adeguati all'uso cui sono destinati, senza costituire rischi per la salute umana o modificare in modo inaccettabile la composizione del prodotto alimentare o provocare un deterioramento delle sue caratteristiche organolettiche.

Riferimenti

Atto

Data di entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 2023/2006

18.1.2007

-

GU L 384 del 29.12.2006

MODIFICA DEGLI ALLEGATI

Allegato - Norme specifiche sulle buone pratiche di fabbricazione

Regolamento (CE) n. 282/2008 [Gazzetta ufficiale L 86 del 28.3.2008].

See also

Ultima modifica: 18.11.2009

Top