Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Norme sugli scambi di cavalli e asini destinati ai concorsi

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Norme sugli scambi di cavalli e asini destinati ai concorsi

 

SINTESI DI:

Direttiva 90/428/CEE relativa agli scambi di equini destinati a concorsi e alla fissazione delle condizioni di partecipazione a tali concorsi

QUAL È LO SCOPO DELLA DIRETTIVA?

  • La direttiva stabilisce le norme relative agli scambi intracomunitari di equini, ovvero gli animali domestici delle specie equine (cavallo) o asinine (asino), o delle razze incrociate (muli e bardotti), destinati ai concorsi.
  • Tali norme sono volte a superare gli ostacoli esistenti negli scambi di equini eliminando le disparità fra i paesi dell'UE per quanto riguarda le condizioni di partecipazione nei concorsi.

PUNTI CHIAVE

La presente direttiva stabilisce le condizioni per gli scambi di equini destinati a concorsi e le condizioni di partecipazione di tali equini ai concorsi nell'ambito dell'Unione europea (UE).

Il tipo di concorso

Si intende per «concorso» qualsiasi competizione ippica, in particolare le corse e le prove di salto degli ostacoli (jumping), di «dressage», di tiro, di modello e di andatura.

La partecipazione ai concorsi

Le norme dei concorsi non devono contenere discriminazioni fondate sul luogo di origine o di registrazione degli equini nell'UE. In altre parole, tutti gli equini dei paesi dell'UE vanno trattati alla stessa maniera per quanto riguarda:

  • i criteri d'iscrizione al concorso;
  • la valutazione durante il concorso;
  • le vincite o i proventi inerenti al concorso.

Tuttavia, tale obbligo lascia impregiudicata la facoltà di organizzare:

  • concorsi riservati agli equini iscritti in un determinato libro genealogico, ai fini di un miglioramento della razza;
  • concorsi regionali, ai fini di una selezione;
  • manifestazioni di carattere storico o tradizionale.

I paesi dell'UE sono autorizzati a riservare una determinata percentuale dell'importo delle vincite o dei proventi per la salvaguardia, la promozione e il miglioramento dell'allevamento nel paese in cui il concorso si svolge.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è in vigore dal 17 luglio 1990. I paesi dell'UE dovevano recepirla nel proprio diritto nazionale entro il 1o luglio 1991.

CONTESTO

Per ulteriori informazioni si consulti:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Direttiva 90/428/CEE del Consiglio, del 26 giugno 1990, relativa agli scambi di equini destinati a concorsi e alla fissazione delle condizioni di partecipazione a tali concorsi (GU L 224 del 18.8.1990, pag. 60-61)

Le successive modifiche alla direttiva 90/428/CEE sono state integrate al testo originario. La presente versione consolidata ha unicamente un valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Decisione 92/216/CEE della Commissione, del 26 marzo 1992, relativa alla raccolta di dati riguardanti i concorsi di equini di cui all'articolo 4, paragrafo 2 della direttiva 90/428/EEC (GU L 104 del 22.4.1992, pag. 77)

Si veda la versione consolidata.

Ultimo aggiornamento: 25.07.2016

Top