Help Print this page 
Title and reference
Statistiche degli scambi tra paesi dell’Unione europea: Intrastat

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Statistiche degli scambi tra paesi dell’Unione europea: Intrastat

Fra i dati che raccoglie, Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea (UE), riunisce informazioni sugli scambi intracomunitari di beni (Intrastat). La presente normativa stabilisce i sistemi e le procedure di Intrastat e mira a garantire che i paesi dell’UE raccolgano dati confrontabili e affidabili per trasmetterli a Eurostat.

ATTO

Regolamento (CE) n. 638/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, relativo alle statistiche comunitarie degli scambi di beni tra Stati membri e che abroga il regolamento (CEE) n. 3330/91 del Consiglio.

SINTESI

Fra i dati che raccoglie, Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea (UE), riunisce informazioni sugli scambi intracomunitari di beni (Intrastat). La presente normativa stabilisce i sistemi e le procedure di Intrastat e mira a garantire che i paesi dell’UE raccolgano dati confrontabili e affidabili per trasmetterli a Eurostat.

CHE COSA FA IL PRESENTE REGOLAMENTO?

Mira a semplificare il sistema Intrastat, originariamente istituito nel 1993, e a migliorare la comparabilità delle statistiche fra paesi dell’UE. La fornitura di tali statistiche commerciali è essenziale per lo sviluppo di politiche relative al mercato unico dell’UE e per le analisi di mercato.

PUNTI CHIAVE

Ambito di intervento

Il regolamento riguarda gli scambi di beni. Per «scambi di beni» si intende qualsiasi movimento di merce da uno stato dell’UE all’altro, mentre per «merci» si intendono tutti i beni mobili, compresa la corrente elettrica.

Le imprese dell’UE registrate ai fini dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) e la cui quantità di scambi annuali supera una determinata soglia devono fornire dettagli delle loro transazioni con gli altri paesi dell’UE. Tali dati si riferiscono sia agli arrivi (acquisizioni, acquisti o importazioni) sia alle spedizioni (rimozioni, vendite o esportazioni). Le altre imprese sono esenti dal requisito.

Ogni anno i paesi dell’UE ridefiniscono il valore della soglia e fissano un valore distinto per spedizioni e arrivi (consentendo di raccogliere una quantità minima di dati per ogni transazione commerciale).

Registrazione

L’autorità nazionale per le statistiche di ogni paese dell’UE gestisce un registro degli operatori intracomunitari (cioè imprese) completo di speditori e destinatari.

Dati raccolti per Intrastat

Le imprese che devono rilasciare dichiarazioni ai fini Intrastat devono fornire le seguenti informazioni:

il loro numero di identificazione;

il periodo di riferimento;

il flusso (arrivi o spedizioni);

l’identificazione delle merci (con il codice a otto cifre della nomenclatura combinata dell’UE);

il paese dell’UE associato;

il valore delle merci in valuta nazionale;

la quantità delle merci in peso netto (senza imballaggio) e l’unità di misura (litro, m2, numero di articoli ecc.), se rilevante;

la natura della transazione.

Segreto statistico

Una parte che fornisce informazioni può richiedere che i propri dati vengano trattati secondo il segreto statistico. In tal caso, le autorità nazionali devono decidere se diffondere i risultati statistici che rendono possibile l’identificazione di tale fornitore o se modificarli, in modo che la loro diffusione non pregiudichi il segreto statistico.

Trasmissione dei dati a Eurostat

I paesi dell’UE trasmettono i risultati mensili delle loro statistiche sullo scambio di beni fra paesi dell’Unione a Eurostat.

Essi sono responsabili della qualità dei dati trasmessi in linea con gli standard in vigore. Le statistiche devono soddisfare determinati criteri:

rilevanza;

precisione;

tempestività;

puntualità;

accessibilità e chiarezza;

comparabilità;

coerenza.

La Commissione europea, con l’assistenza di un comitato di cui fanno parte rappresentanti dei paesi dell’UE, ha facoltà di adottare determinate modifiche tecniche relativamente al presente regolamento.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

A decorrere dal 1o gennaio 2005.

CONTESTO

Intrastat è stato istituito il 1o gennaio 1993, data in cui è entrato in vigore il mercato unico dell’UE. Ha sostituito le dichiarazioni doganali come fonte di dati sul commercio.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito web di Eurostat.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 638/2004

27.4.2004

-

GU L 102 del 7.4.2004, pag. 1-8

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 222/2009

20.4.2009

-

GU L 87 del 31.3.2009, pag. 160-163

Regolamento (UE) n. 659/2014

17.7.2014

-

GU L 189 del 27.6.2014, pag. 128-134

Successive modifiche e correzioni al regolamento (CE) n. 638/2004 sono state incorporate nel testo base. La presente versione consolidata ha esclusivamente un valore documentale.

Ultima modifica: 03.04.2015

Top