Help Print this page 
Title and reference
Programma specifico Idee

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html CS html DA html DE html EL html EN html FR html IT html HU html NL html PL html PT html RO html FI html SV
Multilingual display
Text

Programma specifico Idee

Questo programma specifico, che è classificato come Settimo programma quadro della Comunità europea per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e le attività dimostrative per il periodo 2007-2013 (il 7o programma quadro) mira a sviluppare una ricerca di frontiera proposta dai ricercatori stessi, che consenta di migliorare il livello di eccellenza della ricerca in Europa. La creazione del Consiglio europeo della ricerca (CER), il cui compito principale consiste nell’attuazione del programma Idee, costituisce uno degli elementi centrali del programma stesso.

ATTO

Decisione 2006/972/CE del Consiglio, del 19 dicembre 2006, sul programma specifico Idee che attua il Settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) [Gazzetta ufficiale L 54 del 22.2.2007].

SINTESI

L'obiettivo principale del programma specifico Idee è elevare il livello della ricerca europea nei settori caratterizzati da uno sviluppo rapido al fine di conseguire una maggiore competitività economica e un maggior benessere. Si tratta, in altri termini, di sviluppare una ricerca di frontiera destinata a realizzare progressi fondamentali nei settori scientifici, tecnologici e universitari, senza tenere conto dei confini tra le discipline e delle frontiere geografiche. Il programma segue un approccio fondato sull’iniziativa dei ricercatori: in altre parole è stato studiato per sostenere i progetti di ricerca alle frontiere della conoscenza realizzati su soggetti scelti dai ricercatori stessi.

Il programma è stato istituito conformemente ai principi di eccellenza, autonomia, efficienza, trasparenza e responsabilità della ricerca scientifica con il sostegno di un Consiglio europeo della ricerca a (CER).

Il programma specifico può contare su un bilancio di 7.510 milioni di euro per il periodo 2007-2013.

Caratteristiche e obiettivi generali

Il programma specifico Idee persegue vari importanti obiettivi destinati a migliorare la competitività e il benessere in Europa, cercando di:

  • rafforzare l'eccellenza, il dinamismo e la creatività della ricerca europea;
  • fare dell'Europa un polo di attrazione per i migliori ricercatori dei Paesi europei e dei Paesi terzi, ma anche per gli investimenti delle imprese di ricerca;
  • porre la ricerca europea in una posizione di leadership nel progresso scientifico;
  • aprire la strada a nuovi progressi scientifici e tecnologici;
  • incentivare la circolazione delle idee;
  • consentire una valorizzazione più adeguata dei punti forti della società della conoscenza europea.

Sono stati elaborati degli indicatori di prestazioni di tre tipi, per ottimizzare il monitoraggio dell’attuazione del programma:

  • indicatori quantitativi concernenti lo sviluppo del progresso scientifico e tecnico (pubblicazioni, indice di citazioni, brevetti ecc.);
  • indicatori di gestione destinati a seguire le prestazioni dall'interno e agevolare il processo decisionale a livello di inquadramento superiore (esecuzione del bilancio, termine per la firma dei contratti, termine per i pagamenti ecc);
  • indicatori qualitativi destinati a valutare l'efficacia complessiva della ricerca rispetto agli obiettivi globali dell'Unione europea (UE).

L'attuazione del 7oprogramma quadro (compresi i vari programmi specifici e tutte le attività di ricerca che ne derivano) avviene non solo nel rispetto dei principi etici fondamentali, ma anche degli aspetti sociali, giuridici, socioeconomici, culturali e di parità di genere.

Consiglio europeo della ricerca (CER)

Il compito principale del Consiglio europeo della ricerca (CER), stabilito dalla decisione 2007/134/CE della Commissione, consiste nell’attuazione del programma specifico Idee.

Il CER è composto da un Consiglio scientifico indipendente basato su una struttura esecutiva specifica.

I compiti del Consiglio scientifico sono i seguenti:

  • definire la strategia scientifica globale del programma specifico;
  • elaborare regolarmente il piano di lavoro, apportandovi le eventuali modifiche necessarie;
  • garantire la gestione scientifica, il monitoraggio e il controllo di qualità dell'attuazione del programma;
  • assicurare le comunicazioni con la comunità scientifica e con le principali parti interessate.

Il Consiglio scientifico riunisce rappresentanti della comunità scientifica europea di grande livello. É composto da 22 scienziati, ingegneri e studiosi di chiara fama nominati dalla Commissione. Il suo compito è di definire la strategia scientifica del CER e soprattutto di sviluppare il programma di lavoro annuale del programma specifico Idee.

La struttura esecutiva specifica è un’agenzia esecutiva della Commissione responsabile della gestione amministrativa e dell'esecuzione del programma. L’agenzia esecutiva del CER (ERCEA), attraverso uno strumento di delega adottato dalla Commissione nel 2008, è stata incaricata della responsabilità dell’attuazione del programma specifico Idee e del supporto al Consiglio scientifico ; è indipendente dal luglio 2009. E responsabile delle procedure di esame, di valutazione inter-pares e di selezione, sulla base dei principi stabiliti dal Comitato scientifico. Provvede inoltre alla gestione finanziaria e scientifica delle sovvenzioni. Il ruolo della Commissione consiste nel:

  • garantire l'autonomia e l'integrità del CER;
  • garantire il rispetto dei principi e degli obiettivi definiti dal Consiglio scientifico;
  • garantire la definizione e la ripartizione dei compiti e delle responsabilità della struttura esecutiva specifica;
  • adottare il programma di lavoro e i metodi di attuazione definiti dal Consiglio scientifico;
  • verificare che le proposte siano prese in considerazione e che i progetti siano finanziati, unicamente in funzione della loro classificazione risultante dalla valutazione inter-pares;
  • informare regolarmente il comitato di programma dell'attuazione del programma specifico;
  • trasmettere al Consiglio e al Parlamento europeo una relazione annuale sul funzionamento e le attività del CER e sulla realizzazione degli obiettivi enunciati nel programma specifico.

Come elemento fondamentale del presente programma, il CER conferma il valore aggiunto di un intervento comunitario rispetto ai risultati che possono essere ottenuti con azioni svolte unicamente su scala nazionale. Il CER apporterà infatti un contributo innegabile:

  • incoraggiando e sostenendo l’eccellenza su scala paneuropea;
  • ripartendo le risorse in materia ottimale;
  • conferendo alla ricerca di frontiera uno status e una visibilità migliori;
  • agevolando l'adattamento delle strutture nazionali di ricerca all’evoluzione dello Spazio europeo della ricerca;
  • istituendo un sistema europeo della ricerca competitivo su scala mondiale;
  • facendo dell’Europa un polo di attrazione per le industrie e le imprese attive nel settore della ricerca e dello sviluppo;
  • rispondendo alle sfide della società che emergono attualmente in Europa.

Contesto

Dal 1984 l'UE svolge una politica di ricerca e sviluppo tecnologico basata su programmi quadro pluriennali. Il 7o programma quadro per il periodo 2007-2013, un elemento di vitale importanza per la strategia europea di crescita e occupazione in Europa, è incentrato su quattro tipi di attività: cooperazione transnazionale su temi stabiliti dalle politiche (Cooperazione); ricerca basata sulle iniziative della comunità scientifica stessa (Idee); sostegno alla formazione e allo sviluppo della carriera dei ricercatori (Persone); e infine sostegno alle capacità di ricerca (Capacità). Il programma contribuisce allo sviluppo del triangolo della conoscenza costituito dalle politiche di ricerca, istruzione e innovazione per mettere la conoscenza al servizio del progresso economico, sociale e ambientale.

Si noti che nel dicembre 2013 il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato il regolamento (UE) n. 1291/2013, che stabilisce il Programma quadro per la ricerca e l’innovazione Orizzonte 2020 per il periodo 2014-2020, che dunque sostituisce il 7o programma quadro.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore - Data di scadenza

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Decisione 2006/972/CE

1.1.2007 -31.12.2013

-

GU L 400 del 22.2.2007

ATTI COLLEGATI

Decisione 2007/134/CE della Commissione, del 2 febbraio 2007, che istituisce il Consiglio europeo della ricerca [Gazzetta ufficiale L 57/14 del 24.02.2007], modificata dalla Decisione 2011/12/UE della Commissione, del 12 gennaio 2011 [Gazzetta ufficiale L 9/5 del 13.1.2011].

Questa decisione della Commissione istituisce il Consiglio scientifico del CER e prevede l’istituzione della struttura esecutiva specifica nonché della figura del Segretario generale del CER, il cui compito è quello di assistere il Consiglio scientifico assicurando un efficace collegamento con la Commissione e la struttura esecutiva specifica.

Decisione 2008/37/CE della Commissione, del 14 dicembre 2007, che istituisce l’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo della ricerca per la gestione del programma scientifico comunitario Idee, nel settore della ricerca di frontiera, a norma del regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio [Gazzetta ufficiale L 9 del 12.1.2008].

Sono stati compiuti diversi progressi per l’attuazione dell’Agenzia esecutiva, le cui attività sono state avviate nel corso del 2008.

Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull’operato del Consiglio europeo della ricerca e sulla realizzazione degli obiettivi stabilisti nel programma specifico idee nel 2007 [ COM(2008) 473 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull’operato del Consiglio europeo della ricerca e sulla realizzazione degli obiettivi stabiliti nel programma specifico Idee nel 2012 [ COM(2013) 318 final – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

È stata effettuata una valutazione dei risultati principali del CER insieme alla valutazione d’impatto ex ante della proposta della Commissione su Orizzonte 2020, il nuovo Programma quadro per la ricerca e l’innovazione. Quanto riscontrato dal monitoraggio continuo del programma comprende:

  • tra i beneficiari di finanziamenti del CER ci sono cinque Premi Nobel e tre vincitori di medaglia Fields;
  • sono apparsi più di 20.000 articoli grazie ai finanziamenti CER in riviste ad ampia tiratura fra il 2008 e il 2013;
  • ogni beneficiario di finanziamento del CER impiega in media altri sei ricercatori;
  • i membri dei team fondati dal CER provengono da 38 dei 41 Paesi dell’Area di ricerca europea;
  • circa il 37% dei membri dei team fondati dal CER sono donne, di cui il 20% detiene una posizione di ricercatore principale.

Ultima modifica: 07.04.2014

Top