Help Print this page 
Title and reference
Sesto programma quadro (2000-2006): Tecnologie per la società dell'informazione

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DA html DE html EL html EN html FR html IT html NL html PT html FI html SV
Multilingual display
Text

Sesto programma quadro (2000-2006): Tecnologie per la società dell'informazione

Questo programma specifico si prefigge di stimolare lo sviluppo delle tecnologie nei settori del software, dell'hardware informatico e delle applicazioni per rafforzare la competitività dell'industria europea e offrire ai cittadini europei la possibilità di partecipare alla società della conoscenza.

ATTO

Decisione 2002/835/CE del Consiglio, del 30 settembre 2002, che adotta un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: «Strutturare lo Spazio europeo della ricerca» (2002-2006) [Gazzetta ufficiale L 294 del 29.10.2002].

SINTESI

Nel 2000 il Consiglio europeo di Lisbona ha riconosciuto lo sviluppo della società dell'informazione come essenziale per un rapido passaggio a una economia della conoscenza competitiva e dinamica, caratterizzata da una crescita sostenibile e accompagnata dal miglioramento quantitativo e qualitativo dell'occupazione e da una maggiore coesione sociale.

Questo orientamento si è concretizzato nell'iniziativa eEurope 2002 varata dalla Commissione per promuovere l'avvento di "una società dell'informazione per tutti". Analogamente, l'obiettivo dell'iniziativa eEurope 2005, è consentire ad ogni cittadino, ogni famiglia, ogni scuola e ogni azienda di avere accesso, entro il 2010, alle applicazioni e ai servizi della società dell'informazione.

Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione generano nuovi modi di produzione, di scambio e di comunicazione. Questo settore, divenuto il secondo settore economico dell'Unione europea, occupa oltre 2 milioni di persone. In tale contesto, il Sesto programma quadro intende rispondere alle esigenze e alle domande dei mercati, delle politiche pubbliche e dei cittadini.

Per massimizzare lo sforzo in tale settore in termini economici e sociali, le tecnologie di generazione futura saranno più accessibili e maggiormente integrate nell'ambiente e, perciò, offriranno più facilmente un'ampia gamma di servizi e applicazioni.

L'obiettivo ultimo è sviluppare tecnologie di uso più facile in tutti i settori: sicurezza e privacy, istruzione e formazione, disponibilità di accesso alle tecnologie per anziani o disabili, telelavoro, commercio elettronico, amministrazioni on line, sanità on line (e-health), trasporti intelligenti, ecc.

L'importo globale del programma «tecnologie per la società dell'informazione» (EN) ammonta a 3 625 milioni di euro. Per il programma di lavoro 2003-2004 sono stati stanziati 17 250 milioni di euro. Uno stanziamento di circa 90 milioni di euro è stato riservato per i partecipanti dei seguenti paesi: Russia e Nuovi Stati Indipendenti, paesi mediterranei, compresi i Balcani occidentali e paesi in via di sviluppo. Per questo bilancio sono previsti due inviti a presentare proposte.

Le azioni intraprese vertono sulle quattro priorità tecnologiche seguenti:

A) Ricerche di carattere integrativo in aree tecnologiche di interesse prioritario per i cittadini e le imprese

L'obiettivo è di trovare soluzioni alle sfide sociali ed economiche con cui la nuova società fondata sulla conoscenza si deve confrontare, ivi comprese le sfide nelle attività professionali e nell'ambiente di lavoro.

Le attività di ricerca s'incentrano su:

  • tecnologie che garantiscono la sicurezza, la riservatezza dei sistemi informatici e il rispetto dei diritti e della vita privata dei cittadini;
  • sviluppo dei sistemi cosiddetti "di intelligenza ambiente" che migliorano l'accesso di tutti alla società dell'informazione, in particolare gli anziani e i disabili;
  • sviluppo di commercio elettronico, nuovi strumenti e metodi di lavoro, tecnologie didattiche, gestione integrata dell'impresa, ecc.;
  • sviluppo di sistemi su vasta scala che utilizzino basi di dati e risorse globali in settori come l'energia, la sanità, l'ambiente, i trasporti, ecc.

B) Infrastrutture di comunicazione e trattamento delle informazioni

L'obiettivo è sviluppare le tecnologie di comunicazione mobile, senza filo, ottica e a banda larga, affidabili, largamente applicabili e adattabili per rispondere alle esigenze dei cittadini.

La ricerca mira a sviluppare:

  • infrastrutture e reti di comunicazione di nuova generazione per preparare la prossima generazione di Internet;
  • tecnologie che coinvolgono vari settori, dall'ingegneria ai controlli di sistemi complessi su vasta scala.

C) Componenti e microsistemi

Lo scopo è approfondire la ricerca sulla miniaturizzazione dei componenti, la minimizzazione dei costi e sui nuovi materiali. La ricerca verte su:

  • la produzione di nano/micro componenti per consentire la miniaturizzazione dei sistemi (piccole dimensioni, leggerezza, minore connessione e basso consumo energetico);
  • la nano-elettronica, le microtecnologie, i sistemi di visualizzazione, i nuovi materiali, i dispositivi e i modelli di trattamento dell'informazione.

D) Gestione dell'informazione e interfacce

L'obiettivo è sviluppare strumenti di gestione destinati a facilitare le interazioni con i servizi e le applicazioni basate sulla conoscenza, ovunque e in ogni momento. Le ricerche concernono:

  • lo sviluppo di sistemi di rappresentazione e gestione della conoscenza basati sul contesto e la semantica, tra cui i sistemi cognitivi, gli strumenti di creazione, organizzazione, navigazione, recupero, ecc.
  • lo sviluppo di interfacce multisensoriali che reagiscano in modo intelligente alla parola, al linguaggio, alla vista, ai gesti, al tatto e ad altri sensi.

Riferimenti

Atto

Datadi entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Decisione 1513/2002/CE

Data di applicazione: 01.01.2003Data di scadenza: 31.12.2006

-

Ultima modifica: 04.01.2007

Top