Help Print this page 
Title and reference
Le priorità operative della Banca europea per gli investimenti

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Le priorità operative della Banca europea per gli investimenti

 

SINTESI

In veste di banca dell’Unione europea (UE), la Banca europea per gli investimenti (BEI) eroga finanziamenti e conoscenze per progetti di investimenti solidi e sostenibili in Europa e altrove. I progetti dei 28 paesi dell’UE sostenuti dalla BEI contribuiscono a promuovere gli obiettivi della politica dell’UE. Le priorità della Banca per il futuro sono riportate all’interno del piano di attività sociali per il periodo 2015-2017.

CHE COSA FA IL PIANO DI ATTIVITÀ 2015-2017?

Approvato nell’aprile 2015, esso spiega come la BEI prevede di usare al meglio le proprie risorse per finanziare progetti, compreso il sostegno previsto dal piano di investimenti per l’Europa, che sarà sottoscritto attraverso una garanzia supplementare a carico del bilancio comunitario.

PUNTI CHIAVE

Investire per rilanciare la competitività dell’UE

La BEI è nella giusta posizione per sostenere la crescita degli investimenti, rafforzare la coesione economica e sociale e sostenere l’occupazione; svolge inoltre un ruolo fondamentale nel rilancio della competitività dell’UE.

Essa continua ad essere molto sensibile al contesto economico e a dimostrare il proprio ruolo di «Banca dell’UE», come sottolineato dall’aumento di 10 miliardi di euro di capitale deliberato nel 2012. Ciò consente ulteriori finanziamenti a progetti di investimento sostenibili nella misura di 180 miliardi di euro tra il 2013 e il 2015 in tutta l’UE, con particolare attenzione ai progetti finalizzati a una crescita sostenibile a lungo termine e all’occupazione. La BEI è sulla buona strada per raggiungere, se non superare, tali obiettivi e intende continuare il suo importante ruolo di catalizzatore per risolvere le attuali sfide di investimento e di competitività dell’UE.

La BEI prevede di mantenere significativi volumi di prestito per tutto il periodo 2015-2017, compreso il consistente contributo anticiclico a sostegno delle attività di investimento nell’Unione europea.

Al di fuori dell’UE, la Banca rimarrà fermamente impegnata a sostenere la politica dell’Unione e a promuovere la crescita del settore privato, sia sostenendo l’accesso al credito per le PMI e le infrastrutture economiche e sociali più necessarie, sia fornendo supporto consultivo e di assistenza tecnica.

Un partenariato strategico tra la BEI e la Commissione europea

Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) è un partenariato strategico fra la Commissione europea e la BEI, previsto dal gruppo BEI (composto dalla BEI e dal Fondo europeo per gli investimenti — FEI), per la gestione delle problematiche legate al mercato, riducendo il rischio insito nei progetti per incoraggiare ulteriori investimenti.

La BEI contribuirà alla nuova iniziativa con 5 miliardi di euro, che si aggiungono a una garanzia di 16 miliardi di euro a carico del bilancio comunitario. Ciò permetterà al FEIS di sbloccare investimenti aggiuntivi di almeno 315 miliardi di euro per il periodo 2015-2017.

Prestiti ad alto valore aggiunto

La BEI presta ad enti pubblici e aziende private. Per ricevere il nostro sostegno il progetto deve promuovere gli obiettivi dell’UE ed essere affidabile da un punto di vista economico, tecnico e finanziario, nonché compatibile con l’ambiente.

CONTESTO

Istituita nel 1958, la BEI è la banca dell’Unione europea per i prestiti a lungo termine. Nel 1994, è stato istituito il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) per sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI) in forte crescita e/o le imprese attive nelle nuove tecnologie. La BEI è azionista di maggioranza nonché gestore del FEI. Nel 2000, è stato creato il gruppo BEI, costituito dalla BEI e dal FEI. All’interno del gruppo, la BEI concede prestiti bancari a medio e lungo termine, mentre il FEI è specializzato nelle operazioni di capitale di rischio e nel fornire garanzie alle PMI.

ATTO

Gruppo della Banca europea per gli investimenti: piano di attività per il periodo 2015-2017, 8 maggio 2015

ATTI COLLEGATI

Articolo 309 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE)

Regolamento (UE) 2015/1017 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 giugno 2015, relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici, al polo europeo di consulenza sugli investimenti e al portale dei progetti di investimento europei e che modifica i regolamenti (UE) n. 1291/2013 e (UE) n. 1316/2013 — Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (GU L 169 dell’1.7.2015, pagg. 1-38)

Ultimo aggiornamento: 15.10.2015

Top