Help Print this page 
Title and reference
Migliori prestazioni ambientali: sistema europeo di ecogestione e audit (EMAS)

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Migliori prestazioni ambientali: sistema europeo di ecogestione e audit (EMAS)

Il sistema di ecogestione e audit (EMAS) dell’Unione europea (UE) mira a incoraggiare le imprese e altre organizzazioni a migliorare continuamente le loro prestazioni ambientali. È aperto a qualsiasi organizzazione all’interno o all’esterno dell’UE, riguarda tutti i settori economici e servizi e può essere applicato in tutto il mondo.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, sull’adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), che abroga il regolamento (CE) n. 761/2001 e le decisioni della Commissione 2001/681/CE e 2006/193/CE.

SINTESI

Il sistema di ecogestione e audit (EMAS) dell’Unione europea (UE) mira a incoraggiare le imprese e altre organizzazioni a migliorare continuamente le loro prestazioni ambientali. È aperto a qualsiasi organizzazione all’interno o all’esterno dell’UE, riguarda tutti i settori economici e servizi e può essere applicato in tutto il mondo.

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

Istituisce il sistema di ecogestione e audit su base volontaria, quale strumento di gestione ambientale all’avanguardia per la valutazione, le relazione e il miglioramento delle prestazioni ambientali degli utilizzatori.

PUNTI CHIAVE

Per ricevere la registrazione EMAS, un’organizzazione deve:

condurre un’analisi di tutti gli aspetti ambientali delle proprie attività, prodotti e servizi;

adottare una politica ambientale che contenga un impegno ad adempiere tutta la normativa rilevante e a ottenere miglioramenti continui;

sviluppare un programma con informazioni su obiettivi e traguardi ambientali specifici;

istituire un efficace sistema di gestione per realizzare la propria politica ambientale e garantire miglioramenti continui;

svolgere un audit ambientale che valuti il sistema di gestione in vigore e la conformità globale alla politica e al programma;

fornire una dichiarazione ambientale sulla propria prestazione, confrontandola con gli obiettivi, e sulle misure future da assumere.

L’analisi, il sistema di gestione, la procedura di audit e la dichiarazione ambientale devono essere approvati da un verificatore ambientale accreditato.

La dichiarazione convalidata viene registrata e resa pubblica.

Un’organizzazione che completa con successo tutte queste fasi può utilizzare il logo EMAS nella propria intestazione, sui prodotti, attività e servizi per dimostrare il proprio impegno a migliorare le prestazioni ambientali.

CONTESTO

L’EMAS contribuisce a dare migliori prestazioni, risparmi sui costi e un’immagine pubblica positiva alle organizzazioni registrate. A metà 2015 circa 4 000 organizzazioni e 7 500 siti erano registrati EMAS in tutto il mondo, fra cui multinazionali, piccole imprese e autorità pubbliche.

La Commissione europea usa EMAS per ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività, in particolare utilizzando risorse naturali in modo più efficiente, riducendo le emissioni di CO2, prevenendo la produzione di rifiuti, riciclandoli e riutilizzandoli, applicando le forniture pubbliche verdi e promuovendo la mobilità sostenibile.

Per ulteriori informazioni, consultare la pagina dedicata a EMAS sul sito Internet della Commissione europea.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 1221/2009

11.1.2010

-

GU L 342 del 22.12.2009, pag. 1-45

Atti modificatori

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (UE) n. 517/2013

1.7.2013

-

GU L 158 del 10.6.2013, pag. 1-71

ATTI COLLEGATI

Decisione 2013/131/UE della Commissione, del 4 marzo 2013, che istituisce le linee guida per l’utente che illustrano le misure necessarie per aderire a EMAS, a norma del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS) (GU L 76 del 19.3.2013, pag. 1-39).

Ultima modifica: 19.06.2015

Top