Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
L’Agenzia dell’ambiente dell’Unione europea: informazione e sorveglianza in materia ambientale

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

L’Agenzia dell’ambiente dell’Unione europea: informazione e sorveglianza in materia ambientale

Regolamento (CE) n. 401/2009: l’Agenzia europea dell’ambiente e la rete europea d’informazione e di osservazione in materia ambientale

ATTO

Regolamento (CE) n. 401/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, sull’Agenzia europea dell’ambiente e la rete europea d’informazione e di osservazione in materia ambientale

SINTESI

CHE COSA FA IL REGOLAMENTO?

Il regolamento descrive gli scopi e gli obiettivi dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA) e della rete europea d’informazione e di osservazione in materia ambientale. Ciò consente loro di fornire informazioni a supporto della formulazione della politica ambientale dell’Unione europea (UE).

PUNTI CHIAVE

L’AEA è un’agenzia dell’UE il cui scopo è proteggere e migliorare l’ambiente, oltre che promuovere lo sviluppo sostenibile, fornendo informazioni oggettive, affidabili e comparabili affinché:

vengano adottate misure volte a proteggere l’ambiente;

i risultati di tali misure siano valutati;

il pubblico sia informato riguardo allo stato dell’ambiente;

i paesi dell’UE abbiano il necessario sostegno tecnico e scientifico.

L’Agenzia ha i seguenti compiti principali:

raccogliere, trattare e analizzare i dati per fornire all’UE le informazioni oggettive necessarie per formulare politiche ambientali efficaci;

contribuire al controllo dei provvedimenti concernenti l’ambiente;

collezionare, valutare e diffondere dati sullo stato dell’ambiente presso il grande pubblico;

assicurare la comparabilità dei dati a livello europeo;

promuovere l’integrazione dei dati dell’UE nei programmi internazionali di sorveglianza, come quelli delle Nazioni Unite;

stimolare lo sviluppo di metodi per valutare il costo dei danni all’ambiente e i costi delle politiche di prevenzione, di protezione e di risanamento dell’ambiente;

stimolare lo scambio di informazioni sulle migliori tecnologie disponibili per prevenire o ridurre i danni all’ambiente;

pubblicare una relazione sullo stato, le tendenze e le prospettive in materia ambientale ogni cinque anni.

I dati interessati riguardano:

la gestione dei rifiuti;

i cambiamenti climatici e l’adattamento a essi.

Il consiglio di amministrazione dell’AEA è composto da un rappresentante di ciascun paese membro, due rappresentanti della Commissione europea e due esperti scientifici designati dal Parlamento europeo. Il direttore esecutivo è responsabile della gestione quotidiana.

L’AEA collabora con altre istituzioni internazionali e dell’UE, quali l’Ufficio statistico dell’Unione europea (Eurostat) e il Centro comune di ricerca della Commissione europea, il Programma delle Nazioni Unite sull’Ambiente e l’Organizzazione mondiale della sanità .

Eionet, coordinata dall’AEA, è la rete d’informazione dell’UE in materia ambientale ed è composta da rappresentanti di tutti i paesi dell’UE, nonché di Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e Turchia.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

A decorrere dal 10 giugno 2009.

CONTESTO

Sito internet dell’Agenzia europea dell’ambiente.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (CE) n. 401/2009

10.6.2009

-

GU L 126 del 21.5.2009, pagg. 13-22

Ultimo aggiornamento: 22.09.2015

Top