Help Print this page 
Title and reference
Programmi che incoraggiano lo sviluppo della microfinanza nell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Programmi che incoraggiano lo sviluppo della microfinanza nell’Unione europea

A partire dal 2010, l’Unione europea (UE) ha creato programmi per sviluppare la microfinanza in Europa e concedere credito alle persone e ad alcune imprese che avevano difficoltà ad accedere al credito convenzionale.

ATTI

Decisione n. 283/2010/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 marzo 2010, che istituisce uno strumento europeo Progress di microfinanza per l’occupazione e l’inclusione sociale.

Regolamento (UE) n. 1296/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, relativo a un programma dell’Unione europea per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) e recante modifica della decisione n. 283/2010/UE che istituisce uno strumento europeo Progress di microfinanza per l’occupazione e l’inclusione sociale.

SINTESI

Il termine microfinanza definisce le garanzie, i microcrediti (dell’importo massimo di 25 000 euro), le equity e quasi-equity estesi a persone e microimprese che hanno difficoltà di accesso al credito. Il primo strumento europeo a introdurre questo tipo di finanziamento nell’UE è stato creato nel 2010 (decisione n. 283/2010/UE che istituisce uno strumento europeo Progress di microfinanza per l’occupazione e l’inclusione sociale).

Tale strumento, con un bilancio di 100 milioni di euro per quattro anni (2010-2013), è stato creato per garantire un più facile accesso alla microfinanza da parte dei seguenti gruppi:

  • i disoccupati, le persone che rischiano di perdere il lavoro, le persone inattive, le persone che rischiano l’esclusione sociale e le persone vulnerabili che intendono creare o espandere la propria microimpresa;
  • le microimprese, in particolare quelle con dipendenti appartenenti alle categorie elencate di cui sopra.

Per il periodo 2014-2020, questa iniziativa è stata inclusa nell’asse Microfinanza e imprenditoria sociale del programma dell’Unione europea per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) - regolamento (UE) n. 1296/2013 - che ha ripreso lo strumento europeo Progress di microfinanza. A tale asse è destinato il 21% del bilancio globale EaSI, pari a 193 milioni di euro per un periodo di sette anni.

Questo nuovo strumento, oltre a permettere alla popolazione e alle imprese un più facile accesso alla microfinanza, è volto a:

  • potenziare la capacità istituzionale degli operatori del microcredito;
  • facilitare l’accesso ai finanziamenti alle imprese sociali il cui fatturato annuo o bilancio annuo totale non è superiore ai 30 milioni di euro, mettendo a disposizione equity, quasi-equity, strumenti di prestito e sovvenzioni fino a 500 000 euro.

Nell’ambito dell’asse Microfinanza e imprenditoria sociale può essere fornito sostegno a organi pubblici e privati nei paesi dell’UE, ai paesi EFTA e ai paesi candidati (o ai candidati potenziali), purché essi concedano microfinanziamenti alle persone e alle microimprese o finanziamenti alle imprese sociali. Il sostegno dell’UE viene erogato principalmente attraverso gli strumenti finanziari stabiliti dai regolamenti finanziari dell’Unione.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Decisione n. 283/2010/UE

8.4.2010

-

GU L 87 del 7.4.2010

Regolamento (UE) n. 1296/2013

21.12.2013

-

GU L 347, 20.12.2013

Ultima modifica: 09.06.2014

Top