Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

SINTESI DI:

Regolamento (CE) n. 1920/2006 che istituisce un Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

SINTESI

CHE COSA FA IL PRESENTE REGOLAMENTO?

Rifonde il regolamento (CEE) n. 302/93 del Consiglio relativo all’istituzione di un Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) al fine di estenderlo alle nuove tendenze nell’uso delle droghe, in particolare del policonsumo, che associa l’assunzione di droghe illegali a quella di sostanze legali o medicinali.

PUNTI CHIAVE

L’osservatorio ha il compito di fornire alle istituzioni e ai paesi dell’Unione europea (UE) informazioni obiettive, affidabili e comparabili sul fenomeno delle droghe e delle tossicodipendenze.

L’OEDT offre ai responsabili politici i dati necessari per elaborare leggi e strategie informate in materia di droghe. Fornisce inoltre a professionisti e operatori della giustizia alcuni esempi di pratiche ottimali e nuove aree di ricerca sulle droghe e sulle conseguenze delle tossicodipendenze.

Compiti principali

I principali obiettivi dell’OEDT sono i seguenti:

  • raccogliere e analizzare i dati esistenti in materia di droghe e tossicodipendenze nell’UE con la collaborazione di paesi terzi;
  • confrontare i dati al fine di valutare le politiche nazionali e dell’UE relative alle droghe;
  • diffondere dati e informazioni sul fenomeno della droga, compresi dati sulle tendenze emergenti;
  • collaborare con agenzie dell’UE quali Europol ed Eurojust, nonché con le agenzie specializzate delle Nazioni Unite, come ad esempio l’UNODC (Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine).

Settori prioritari

L’osservatorio concentra la propria attività nei seguenti campi:

  • monitoraggio del fenomeno della droga e delle tendenze emergenti, in particolare quelle legate al policonsumo;
  • monitoraggio delle soluzioni applicate ai problemi legati alle droghe e agevolazione degli scambi sulle migliori pratiche tra i paesi dell’UE;
  • mantenimento di un sistema di allarme rapido e valutazione dei rischi associati alle nuove sostanze psicoattive*;
  • sviluppo di strumenti volti ad aiutare la Commissione europea e i paesi dell’UE a monitorare e valutare le rispettive politiche in materia di droga.

Rete Reitox

Per adempiere al proprio compito fondamentale di fornire informazioni affidabili e comparabili sulle droghe, l’OEDT ha sviluppato uno strumento specifico per raccogliere i dati nazionali in modo armonizzato attraverso la rete Reitox.

Reitox collega i sistemi nazionali d’informazione sulle droghe e rappresenta la modalità principale di cui l’OEDT dispone per scambiare dati e informazioni metodologiche sulle droghe e sulle tossicodipendenze nell’UE.

I dati raccolti mediante la rete Reitox vengono inoltre impiegati per:

La rete è formata da un punto focale per ciascun paese UE partecipante all’OEDT nonché da un punto focale per la Commissione.

Organizzazione e funzionamento

La sede dell’Osservatorio si trova a Lisbona (Portogallo). L’Osservatorio è composto da un consiglio di amministrazione coadiuvato da un comitato del bilancio, da un comitato esecutivo e da un comitato scientifico, che esprime il proprio parere su tutti gli aspetti scientifici delle attività del centro.

L’OEDT mantiene stretti contatti con i punti focali nazionali della rete Reitox e con altre organizzazioni partner.

L’OEDT svolge le proprie mansioni in linea con una strategia triennale che definisce gli obiettivi principali per quello specifico periodo. La sua strategia e il suo programma di lavoro per il periodo 2016-2018 intendono contribuire a rendere l’Europa più sana e sicura. Si concentrano su tre aree di azione primarie:

  • comunicazione delle prove e scambio di conoscenze: sono inclusi i prodotti (ad es. guide, studi e così via) e i servizi (ad es. consulenze) che l’OEDT fornirà nel periodo 2016-2018, nonché le attività di formazione rivolte alle parti interessate e ai partner (ad es. partner accademici);
  • allarme rapido e valutazione delle minacce basata sull’azione di monitoraggio dell’OEDT: comprende il sistema di allarme rapido dell’UE e la valutazione dei rischi legati alle nuove droghe, alle tendenze emergenti e alle relative minacce;
  • analisi del fenomeno, delle risposte e delle tendenze: cerca di fornire una panoramica annuale aggiornata sulla domanda e l’offerta di droga, nonché informazioni sulle risposte volte a prevenire l’uso, ridurre i danni o offrire trattamenti per facilitare il recupero e il reinserimento sociale dei consumatori di droghe con problemi.

Tre aree d’azione trasversali completano quelle chiave:

  • raccolta e gestione delle informazioni;
  • garanzia della qualità di tutte le attività (ad es. attività scientifiche);
  • cooperazione con i partner all’interno e all’esterno dell’UE (organizzazioni internazionali e paesi terzi).

Nell’ambito della strategia triennale dell’agenzia vengono forniti anche programmi di lavoro annuali specifici.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

È entrato in vigore il 16 gennaio 2007.

CONTESTO

L’OEDT è stato istituito nel 1993. Inaugurato a Lisbona nel 1995, è una delle agenzie decentrate dell’UE. Nel 2015, ha festeggiato 20 anni di monitoraggio del fenomeno della droga in Europa.

TERMINI CHIAVE

* Sostanze psicoattive: sostanze che, se ingerite, influiscono sui processi mentali di una persona.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1920/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006 relativo all’istituzione di un Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (rifusione) (GU L 376 del 27.12.2006, pagg. 1-13)

Ultimo aggiornamento: 03.02.2016

Top