Help Print this page 
Title and reference
Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro (EUROFOUND)

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html CS html DA html DE html EL html EN html FR html IT html HU html NL html PL html PT html RO html FI html SV
Multilingual display
Text

Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro (EUROFOUND)

La Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro è un organo tripartitico dell'Unione che è stato istituito nel 1975 allo scopo di contribuire alla pianificazione e alla messa in atto di migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Più concretamente, essa valuta e analizza le condizioni di vita e di lavoro; fornisce pareri autorizzati e consigli ai responsabili e principali attori della politica sociale; contribuisce al miglioramento della qualità di vita; tiene conto delle evoluzioni e tendenze, in particolare quelle che determinano cambiamenti.

ATTO

Regolamento (CEE) n. 1365/75 del Consiglio, del 26 maggio 1975, riguardante la creazione di una Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro [Cfr atti modificativi].

SINTESI

EUROFOUND ha il compito di contribuire alla concezione e alla realizzazione di migliori condizioni di vita e di lavoro attraverso un'azione volta a sviluppare e a diffondere le conoscenze che possono facilitare tale miglioramento.

Nell'esecuzione dei suoi compiti, la fondazione tiene conto delle politiche comunitarie esistenti in tali settori e fornisce chiarimenti alle istituzioni sugli obiettivi e sugli orientamenti prevedibili, segnatamente trasmettendogli dati scientifici e tecnici.

Nel quadro del miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, la fondazione si occupa più in particolare delle seguenti questioni:

  • le condizioni di lavoro, compresa l'organizzazione e gli orari di lavoro, la flessibilità, il controllo dei cambiamenti delle condizioni di lavoro;
  • le condizioni di vita, cioè tutti gli aspetti che influenzano la vita quotidiana dei cittadini europei, compreso l'equilibrio fra la vita professionale e la vita familiare, la messa a disposizione di servizi pubblici sociali e la promozione dell'integrazione nel mondo del lavoro;
  • i rapporti industriali tra cui le mutazioni industriali e le ristrutturazioni di imprese, la partecipazione dei lavoratori alla presa di decisione e l'europeizzazione dei rapporti industriali.

La fondazione favorisce lo scambio di informazioni e di esperienze: essa facilita i contatti fra le università, le amministrazioni e le organizzazioni della vita economica e sociale ed incoraggia azioni concertate. Essa organizza inoltre corsi, conferenze e seminari e partecipa a studi. Essa mette, inoltre, a disposizione dei governi, dei datori di lavoro, delle organizzazioni sindacali e della Commissione europea dati e pareri provenienti da ricerche autonome e comparative.

La fondazione collabora nella maniera più stretta possibile con gli istituti, le fondazioni e gli organismi specializzati nazionali o internazionali. Essa garantisce segnatamente un'adeguata cooperazione con l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro.

La fondazione è dotata di personalità giuridica e la sua sede è in Irlanda (Dublino). Essa comprende un consiglio di direzione, un ufficio di presidenza, un direttore e un vicedirettore:

  • il consiglio di direzione è composto da 78 membri, 25 membri in rappresentanza dei governi degli Stati membri, 25 membri in rappresentanza delle organizzazioni dei datori di lavoro, 25 membri in rappresentanza delle organizzazioni dei lavoratori, nonché 3 membri della Commissione. Il loro mandato dura tre anni ed è rinnovabile. Il consiglio di direzione gestisce la fondazione e ne determina gli orientamenti. Sulla base di un progetto presentato dal direttore, il consiglio approva il programma quadriennale delle attività e il programma di lavoro annuale in accordo con la Commissione;
  • il direttore dirige la fondazione e dà attuazione alle decisioni prese dal consiglio di direzione. Egli è nominato dalla Commissione per una durata massima di cinque anni. Il suo mandato è rinnovabile. Egli prepara ogni anno, entro il 1° luglio, un programma di lavoro annuale unitamente ad una previsione delle spese necessarie;
  • l'ufficio di presidenza è composto da 11 membri. Segnatamente, vi partecipano il presidente, tre vicepresidenti del consiglio di direzione, un coordinatore per i tre gruppi di rappresentanti (datori di lavoro, lavoratori e Commissione) e un rappresentante supplementare per ciascuno di questi tre gruppi. Tale ufficio controlla l'attuazione delle decisioni del consiglio di direzione e adotta tutti i provvedimenti necessari ai fini della buona gestione della fondazione nei periodi compresi fra le riunioni del consiglio di direzione.

Sulla base di una proposta del direttore, il consiglio di direzione ha la possibilità di scegliere esperti indipendenti e di richiederne il parere su questioni specifiche in relazione al programma di lavoro quadriennale ed al programma di lavoro annuale.

Dal novembre 2003, il regolamento che ha istituito la Fondazione di Dublino è conforme al nuovo regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (giugno 2002) e al regolamento relativo all'accesso del pubblico ai documenti (maggio 2001).

La fondazione ha creato di recente l'Osservatorio europeo del cambiamento (EMCC) per analizzare e anticipare i cambiamenti che intervengono nel mondo industriale e in seno all'impresa al fine di sostenere il progresso socio-economico.

Riferimenti

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (CEE) n. 1365/75

2.6.1975

-

GU L 139 del 30.5.1975

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Regolamento (CEE) n. 1947/93

26.7.1993

-

GU L 181 del 23.07.1993

Regolamento (CE) n. 1649/2003

1.10.2003

-

GU L 245 del 29.9.2003

Regolamento (CE) n. 1111/2005

4.8.2005

-

GU L 184 del 15.7.2005

See also

  • Per ulteriori informazioni, si consulti il sito Internet della Fondazione (EN)

Ultima modifica: 25.05.2007

Top