Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Promuovere il multilinguismo nell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Promuovere il multilinguismo nell’Unione europea

 

SINTESI DI:

Comunicazione [COM(2005) 596 def.]: un nuovo quadro strategico per il multilinguismo

QUAL È LO SCOPO DELLA COMUNICAZIONE?

La comunicazione illustra la strategia della Commissione europea per la promozione del multilinguismo nell’Unione europea (UE) e propone una serie di azioni specifiche.

PUNTI CHIAVE

Il multilinguismo si riferisce sia alla capacità del singolo di usare più lingue sia alla coesistenza di differenti comunità linguistiche in una determinata area geografica.

La strategia in materia di multilinguismo della Commissione persegue tre obiettivi:

  • incoraggiare l’apprendimento delle lingue e promuovere la diversità linguistica nella società;
  • promuovere un’economia multilingue;
  • fornire ai cittadini l’accesso alle informazioni sull’UE nelle rispettive lingue materne.

La presente comunicazione stabilisce vari modi per promuovere l’apprendimento delle lingue e la diversità linguistica, tra cui:

  • i programmi Lingua, Socrates e Leonardo (tutti facenti parte ora di Erasmus+);
  • gemellaggi tra città (facenti parte ora del programma L’Europa per i cittadini);
  • supporto finanziario alle reti Mercator di università;
  • un programma di ricerca inteso a superare le barriere linguistiche grazie all’applicazione di nuove tecnologie dell’informazione;
  • l’attuazione dell’indicatore europeo di competenza linguistica;
  • l’aggiornamento della formazione degli insegnanti di lingua;
  • uno studio sulle prassi ottimali per l’apprendimento precoce delle lingue;
  • la creazione di cattedre accademiche nell’ambito del multilinguismo; dell’interculturalità e
  • il rafforzamento delle attività di ricerca nell’ambito del 7o programma quadro di ricerca (oggi Orizzonte 2020).

La Commissione esorta i paesi dell’UE a:

L’economia multilingue

La Commissione, per sviluppare l’economia multilingue, propone le seguenti azioni:

  • lo studio delle conseguenze della carenza di competenze linguistiche sull’economia europea;
  • lo studio del potenziale d’impiego dei sottotitoli nei video al fine di promuovere l’apprendimento delle lingue;
  • la promozione dell’«Inter-Agency Terminology Exchange» (IATE), banca dati dei termini per l’UE;
  • l’organizzazione di conferenze universitarie sulla formazione dei traduttori;
  • il varo di un’iniziativa che faciliti l’uso delle fonti multimediali;
  • il coordinamento del lavoro svolto dai ricercatori per quanto concerne le tecnologie del linguaggio umano, la traduzione automatica e le risorse linguistiche quali i dizionari.

Traduzione e interpretazione

  • L’impiego più frequente della traduzione automatica evidenzia l’importanza del fattore umano nel fornire qualità nelle traduzioni e sviluppi come lo «European Standard for Translation Services».
  • Si registra un aumento della domanda di interpreti, soprattutto nelle organizzazioni internazionali. Questi, fungendo da supporto alle comunità di migranti nelle interazioni ufficiali, contribuiscono inoltre a tutelare i diritti umani e democratici.

Multilinguismo e cittadini dell’UE

La Commissione dispone di una serie di iniziative multilingui volte ad aiutare i cittadini a capire i loro diritti e in che modo la legislazione europea li riguardi. La Commissione propone di:

  • garantire che tutti i suoi servizi applichino la strategia in materia di multilinguismo in modo coerente;
  • continuare a promuovere il multilinguismo sul suo portale Internet (Europa) e nelle sue pubblicazioni;
  • inaugurare un portale delle lingue in Europa;
  • organizzare seminari sul multilinguismo;
  • continuare a offrire alle università sostegno finanziario e supporto didattico per quanto riguarda l’interpretazione di conferenza, gli strumenti di apprendimento a distanza, le borse di studio e i soggiorni di formazione;
  • sostenere i programmi dei Master europei in interpretazione di conferenza e in gestione di conferenze;
  • continuare a svolgere un ruolo attivo nell’International Annual Meeting on Language Arrangements, Documentation and Publication;
  • continuare a sostenere i programmi dei master universitari in traduzione;
  • organizzare un concorso internazionale in traduzione al fine di promuovere la conoscenza delle lingue e le professioni linguistiche.

La Commissione ha istituito un gruppo di alto livello sul multilinguismo composto da esperti indipendenti, che ha presentato la propria relazione finale nel 2007. All’inizio del 2008 si è tenuta una conferenza ministeriale sul multilinguismo, che ha consentito ai paesi dell’UE di condividere i progressi fatti e di pianificare il lavoro futuro. Successivamente, nello stesso anno, la Commissione ha presentato un’ulteriore comunicazione, proponendo un approccio globale al multilinguismo nell’UE.

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Comunicazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni — Un nuovo quadro strategico per il multilinguismo [COM(2005) 596 def. del 22.11.2005]

DOCUMENTI CORRELATI

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni — Il multilinguismo: una risorsa per l’Europa e un impegno comune [COM(2008) 566 def. del 18.9.2008]

Ultimo aggiornamento: 14.11.2016

Top