Help Print this page 
Title and reference
Indagine sulle forze di lavoro

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Indagine sulle forze di lavoro

Le politiche dell'Unione europea (UE) in materia di occupazione sono strettamente connesse alla disponibilità di statistiche comparabili, affidabili e tempestive. L'indagine sulle forze di lavoro dell'UE fornisce informazioni sulla situazione e sulle tendenze nel mercato del lavoro dell'UE.

ATTO

Regolamento (CE) n. 577/98 del Consiglio, del 9 marzo 1998, relativo all'organizzazione di un'indagine per campione sulle forze di lavoro nella Comunità.

SINTESI

Le politiche dell'Unione europea (UE) in materia di occupazione sono strettamente connesse alla disponibilità di statistiche comparabili, affidabili e tempestive. L'indagine sulle forze di lavoro dell'UE fornisce informazioni sulla situazione e sulle tendenze nel mercato del lavoro dell'UE.

CHE COSA FA IL PRESENTE REGOLAMENTO?

Definisce una metodologia armonizzata per la raccolta di statistiche nazionali sulla partecipazione al lavoro delle persone di età superiore a 15 anni, nonché di quelle al di fuori della forza lavoro. Stabilisce regole e orientamenti su aspetti come il piano di campionamento, le caratteristiche, i metodi dell'indagine e il processo decisionale, al fine di garantire risultati comparabili.

PUNTI CHIAVE

Copertura

L'indagine comprende 33 paesi: 28 paesi dell'UE, Islanda, Norvegia e Svizzera, e 2 paesi candidati (l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia e la Turchia). È la più grande indagine per campione delle famiglie europee (ovvero un campione di famiglie che sono intervistate su una serie di argomenti come la vita lavorativa, la situazione abitativa, la situazione del reddito, la salute ecc.).

Interessa tutti i cittadini che vivono in nuclei familiari (escludendo quindi ospedali, residenze universitarie ecc.).

Svolgimento dell'indagine

Gli istituti nazionali di statistica dei paesi dell'UE si occuperanno di:

elaborare i questionari nazionali,

costituire il campione,

condurre le interviste, e

inviare i risultati all'ufficio statistico della Commissione europea, Eurostat, dove saranno elaborati a livello centrale.

Quanto sopra deve essere in accordo con uno schema di codifica comune di cui al regolamento (CE) n. 377/2008.

Eurostat fornisce sostegno agli istituti di statistica, promuovendo concetti e metodi armonizzati e pubblicando statistiche nazionali ed europee comparabili sul mercato del lavoro.

Raccolta dei dati

La raccolta dei dati dell'indagine riguarda aspetti quali:

il contesto demografico (sesso, età ecc.),

la situazione lavorativa,

le caratteristiche dell’occupazione nella principale attività,

le ore lavorative,

le caratteristiche dell’occupazione nella seconda attività,

la sottoccupazione in relazione al tempo (cioè quando le ore di lavoro di un lavoratore subordinato non sono sufficienti rispetto a un'altra situazione occupazionale in cui il lui/lei sarebbe disposto e disponibile a impegnarsi),

la ricerca di un'occupazione,

l'istruzione e la formazione,

la precedente esperienza professionale delle persone disoccupate,

la situazione un anno prima dell'indagine,

la situazione lavorativa principale e

il reddito.

A seconda dello stato (cioè occupato, disoccupato o al di fuori delle forze di lavoro, come i giovani in fase di istruzione o le donne con responsabilità familiari) della persona intervistata, vengono raccolti diversi tipi di informazioni.

I dati vengono raccolti su base trimestrale e coinvolgono circa 1,8 milioni di interviste in tutta Europa. Le frequenze di campionamento nei paesi partecipanti vanno dallo 0,2 % al 3,3 %.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

A partire dal 15 marzo 1998.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito web di Eurostat.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Regolamento (CE) n. 577/98

15.3.1998

15.3.1998

L 77 del 14.3.1998, pag. 3-7

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Regolamento (CE) n. 1991/2002

10.11.2002

-

GU L 308 del 9.11.2002, pag. 1-2

Regolamento (CE) n. 2104/2002

19.12.2002

-

GU L 324 del 29.11.2002, pag. 14-19

Regolamento (CE) n. 2257/2003

12.1.2004

-

GU L 336 del 23.12.2003, pag. 6-7

Regolamento (CE) n. 1372/2007

23.12.2007

-

GU L 315 del 3.12.2007, pag. 42-43

Regolamento (CE) n. 596/2009

7.8.2009

-

GU L 188 del 18.7.2009, pag. 14-92

Regolamento (UE) n. 545/2014

18.6.2014

-

GU L 163 del 29.5.2014, pag. 10-14

Le successive modifiche e le correzioni al regolamento (CE) n. 577/98 sono state integrate nel testo originale. La versione consolidata ha unicamente valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. 377/2008 della Commissione, del 25 aprile 2008, che attua il regolamento (CE) n. 577/98 del Consiglio relativo all'organizzazione di un'indagine per campione sulle forze di lavoro nella Comunità per quanto riguarda le codifiche da utilizzare per la trasmissione dei dati a partire dal 2009, l'impiego di un sottocampione per la rilevazione di dati su variabili strutturali e la definizione dei trimestri di riferimento (GU L 114 del 26.4.2008, pag. 57-84).

Regolamento (UE) n. 318/2013 del Consiglio, dell'8 aprile 2013 che adotta il programma di moduli ad hoc, per gli anni dal 2016 al 2018, ai fini dell’indagine per campione sulle forze di lavoro di cui al regolamento (CE) n. 577/98 del Consiglio (GU L 99 del 9.4.2013, pag. 11-12).

Ultima modifica: 03.04.2015

Top