Help Print this page 
Title and reference
Dialogo sociale europeo

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Dialogo sociale europeo

SINTESI DI:

Comunicazione della Commissione — Il dialogo sociale europeo, forza di modernizzazione e cambiamento

SINTESI

CHE COSA FA LA PRESENTE COMUNICAZIONE?

Definisce gli orientamenti volti a rafforzare il contributo dei rappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori («le parti sociali») all’azione delle istituzioni pubbliche, al fine di migliorare la governance pubblica e le riforme economiche e sociali all’interno dell’UE.

PUNTI CHIAVE

Gli obiettivi principali della comunicazione sono:

estendere la consultazione delle parti sociali, per quanto riguarda l’elaborazione della legislazione europea, a tutte le iniziative con implicazioni sociali;

migliorare le procedure e le regole per la consultazione;

incoraggiare la cooperazione tra le organizzazioni nazionali e il miglioramento della loro governance interna;

incoraggiare le parti sociali ad ampliare e arricchire il dialogo sociale mediante la conclusione di più accordi destinati a essere integrati nel diritto comunitario e lo sviluppo di processi di dialogo settoriale e interprofessionale;

aumentare la visibilità del dialogo sociale europeo;

migliorare la formazione delle parti sociali europee e dei rappresentanti delle autorità nazionali, nonché promuovere il dialogo sociale locale e la responsabilità sociale delle imprese.

Forme di dialogo

La consultazione con le parti sociali assume due forme principali:

un dialogo bilaterale fra i datori di lavoro europei e le organizzazioni sindacali, a livello intersettoriale e all’interno dei comitati settoriali;

un dialogo trilaterale che coinvolge anche le autorità pubbliche.

Dialogo sociale settoriale

Entro il 2015, si sono costituiti 43 comitati settoriali di dialogo sociale. Questi comitati sono forum di discussione e di consultazione sulle proposte in materia di occupazione e politica sociale in alcuni settori specifici e spesso comprendono diversi gruppi di lavoro e comitati.

Dialogo sociale interprofessionale

Sono stati definiti una serie di forum per consentire il dialogo sociale in tutti i settori, tra cui:

il comitato per il dialogo sociale, il principale forum europeo per un dialogo bilaterale a livello interprofessionale;

il vertice sociale trilaterale per la crescita e l’occupazione, proposto in questa comunicazione, che si riunisce semestralmente. Esso riunisce i rappresentanti del Consiglio e della Commissione europea insieme ad una delegazione di parti sociali;

il dialogo macroeconomico, un forum di alto livello (livello ministeriale) per lo scambio di opinioni tra il Consiglio, la Commissione, la Banca centrale europea e le parti sociali, che si riunisce semestralmente e ha una struttura a due livelli, politico e tecnico;

il forum di collegamento per lo scambio di informazioni tra tutte le organizzazioni delle parti sociali dell’UE e la Commissione;

comitati consultivi;

seminari, progetti comuni delle parti sociali.

Consultazione

In fase di legislazione, la Commissione consulta prima le parti sociali sul possibile orientamento di un’iniziativa, e poi sul contenuto di un’iniziativa, in una seconda fase.

Secondo una relazione del 2010, il dialogo sociale settoriale ha:

contribuito a più di 500 testi di diversa forma giuridica, che vanno dai pareri comuni alle risposte agli accordi che sono stati attuati nella forma di legislazione dell’UE;

concordato 5 testi giuridicamente vincolanti, nei comitati di dialogo sociale, che sono stati attuati dalle direttive;

Diversi accordi sono stati prodotti anche ai sensi del dialogo sociale interprofessionale:

quattro accordi sottoscritti dalle parti sociali europee che sono stati trasformati in direttive secondo la procedura del dialogo sociale ai sensi degli articoli 154 e 155 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea;

quattro accordi interprofessionali sono stati conclusi dalle parti sociali, sulla base del proprio programma di lavoro.

CONTESTO

Dialogo sociale

ATTO

Comunicazione della Commissione — Il dialogo sociale europeo, forza di modernizzazione e cambiamento [COM(2002) 341 def. del 26 giugno 2002]

ATTI COLLEGATI

Documento di lavoro dei servizi della Commissione sul funzionamento e le potenzialità del dialogo sociale settoriale a livello europeo [SEC(2010) 964 def. del 22 luglio 2010]

Ultimo aggiornamento: 06.10.2015

Top