Help Print this page 
Title and reference
Carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori

La carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori adottata nel 1989 stabilisce i principi generali su cui si basa il modello europeo di diritto del lavoro. Si applica ai seguenti settori:

  • la libera circolazione dei lavoratori,
  • l’occupazione e le retribuzioni,
  • il miglioramento delle condizioni di lavoro,
  • la protezione sociale,
  • la libertà d'associazione e di contrattazione collettiva,
  • la formazione professionale,
  • la parità di trattamento tra uomini e donne,
  • l’informazione, la consultazione e la partecipazione dei lavoratori,
  • la protezione della sicurezza e sicurezza sul luogo di lavoro,
  • la protezione dei bambini, degli adolescenti, degli anziani e delle persone disabili.

Tali diritti sociali rappresentano una base di principi minimi, comuni a tutti gli Stati membri dell’Unione europea (UE). Le disposizioni della carta sono state riprese dal trattato di Lisbona (articolo 151 del trattato sul funzionamento dell’UE) e dalla carta dei diritti fondamentali dell’UE.

Contesto

La carta è stata adottata in conformità al preambolo del trattato che istituisce la Comunità economica europea, che riconosce la necessità di operare per il miglioramento costante delle condizioni di vita e di occupazione dei cittadini europei.

È stata adottata dal Regno Unito solo nel 1998, al momento dell'integrazione dei principi della carta nel trattato di Amsterdam.

Ultima modifica: 29.09.2011

Top