Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Convenzioni e accordi internazionali dell'UE

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Convenzioni e accordi internazionali dell'UE

 

SINTESI DI:

Articolo 216 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea

Articolo 207 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea

COSA AFFERMANO I TRATTATI DELL'UE IN MERITO ALLE CONVENZIONI E AGLI ACCORDI COMUNITARI?

  • Le convenzioni e gli accordi internazionali costituiscono, con gli atti unilaterali (ossia regolamenti, direttive, decisioni, opinioni e raccomandazioni), gli atti di diritto derivato dell'UE.
  • Essi sono trattati soggetti al diritto internazionale pubblico e generano diritti e obblighi per le parti contraenti, come negoziato tra loro.
  • Contrariamente agli atti unilaterali, le convenzioni e gli accordi non risultano da una procedura legislativa o dalla sola volontà di un'istituzione.

PUNTI CHIAVE

Accordi internazionali (convenzioni, trattati)

Gli accordi internazionali sono conclusi tra l'UE da una parte e un altro ente di diritto internazionale pubblico, ossia uno stato o un'organizzazione internazionale dall'altra. L'articolo 216 del trattato sul funzionamento dell'UE (TFUE) elenca i casi in cui l'UE è abilitata a concludere tali accordi. Essi, una volta conclusa la negoziazione e apposta la firma e a seconda dell'oggetto in questione, possono necessitare di ratificazione mediante un atto di diritto derivato.

Inoltre, gli accordi internazionali hanno una portata obbligatoria in tutta l'UE. Essi hanno un valore superiore agli atti unilaterali di diritto derivato che devono quindi essere conformi ad essi.

Inoltre l'articolo 207 del TFUE disciplina la politica commerciale dell'UE (una competenza esterna chiave dell'UE e un elemento centrale delle sue relazioni con il resto del mondo).

Esempi di accordi internazionali includono:

Qualora l'oggetto di un accordo non rientri nella competenza esclusiva dell'UE, anche i paesi dell'UE dovranno firmare l'accordo. Si tratta dei cosiddetti «accordi misti». Ciò significa che, oltre all'UE stessa, i paesi dell'UE diventano parti contraenti nei confronti delle parti contraenti non appartenenti all'UE. Gli accordi misti possono altresì prevedere che un atto interno dell'UE venga adottato per ripartire gli obblighi tra i paesi dell'UE e l'UE.

DOCUMENTI PRINCIPALI

Articolo 216 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 144)

Articolo 207 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 140-141)

Ultimo aggiornamento: 16.08.2016

Top